Green pass richiesto dal 74% degli abitanti del Nordest

Mercoledì 15 Settembre 2021 di Natascia Porcellato
Green pass richiesto dal 74% degli abitanti del Nordest
3

Mentre la campagna vaccinale continua ad andare avanti, puntando all'80% di copertura indicato dal Commissario Figliuolo come obbiettivo da raggiungere entro la fine di settembre, nelle ultime settimane le polemiche hanno girato tutte intorno all'introduzione dell'obbligo di Green Pass per i lavoratori. Il passaporto verde, infatti, sembra essere ancora lo strumento privilegiato del Governo per evitare di imporre l'obbligo vaccinale.
Come si orientano i nordestini rispetto a questa prospettiva? Secondo i dati elaborati da Demos per l'Osservatorio sul Nord Est del Gazzettino, la maggioranza assoluta (52%) si schiera a favore dell'obbligo vaccinale. Il 25%, invece, pensa sia meglio resti una scelta individuale, ma con le limitazioni legate al Green Pass. Se consideriamo complessivamente questi orientamenti, vediamo che in tutti gli elettorati sono la maggioranza assoluta. Sostenitori del Partito Democratico (95%) e del Movimento 5 Stelle (79%), elettori di Forza Italia (81%) e della Lega (67%), chi voterebbe per Fratelli d'Italia (73%) o per i partiti minori (81%): in ogni settore, l'orientamento è netto e a favore o del presidio vaccinale o del passaporto verde. Il doppio rifiuto -per vaccino obbligatorio e Green Pass- interessa il 23% dei nordestini, ma tende ad essere più consistente tra i sostenitori di Lega (33%) e FdI (27%).Come sono giudicate le limitazioni legate al Green Pass? Il 44% dei nordestini pensa siano ancora troppo poche e ne vorrebbe di più, il 30% le ritiene adeguate e per il 26% sono eccessive.
Vediamo come variano questi orientamenti nei diversi elettorati. Tra gli elettori di Forza Italia emerge soprattutto l'idea che le restrizioni siano troppo poche (63%). Tra quelli del Pd, invece, il 61% ritiene le restrizioni ancora poche e il 38% le valuta come adeguate (38%). Anche tra i sostenitori del M5s la maggioranza si esprime per nuove restrizioni (42%), ma tra di loro cresce anche al componente che le valuta come adeguate (34%). Gli elettorati più divisi sembrano essere quelli della Lega e di FdI: tra chi voterebbe per il partito di Giorgia Meloni, la maggioranza (relativa, 47%) auspica maggiori limitazioni legate al Green Pass, il 22% le ritiene adeguate e il 31% pensa siano eccessive; tra quanti guardano alla formazione di Matteo Salvini, il 40% è dell'idea che le restrizioni siano eccessive, mentre sono sostanzialmente equivalenti le quote di chi le valuta adeguate (29%) e troppo poche (31%).
Infine, vediamo la fiducia nella capacità del vaccino di far terminare l'epidemia da Coronavirus con cui conviviamo da un anno a mezzo: a ritenere che il vaccino sarà la chiave per arrivare a questo risultato è il 62% dei nordestini. Questa convinzione è patrimonio della maggioranza di (quasi) tutti i settori elettorali: la pensa in questo modo l'88% degli elettori del Pd e il 74% di quelli che guardano a Forza Italia, il 56% dei sostenitori del M5s e il 58% di chi voterebbe per FdI. È tra gli elettori della Lega (49%), però, che l'idea che il vaccino farà terminare la pandemia si ferma a un soffio dal 50%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA