Fraccaro, D'Incà e Patuanelli: chi sono i politici del Nordest al governo

Federico D'Incà e Riccardo Fraccaro
Tre i nomi del Nordest che andranno a formare il nuovo governo. Dal Veneto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro, nato a Montebelluna e il bellunese Federico D'Inca che è il nuovo ministro per i Rapporti con il Parlamento. Dal Friuli Venezia Giulia, invece, Stefano Patuanelli, nato a Trieste, è il nuovo ministro allo Sviluppo economico.

Per  Riccardo Fraccaro  la carriera politica è iniziata nel 2010 a Trento: è qui che  ha fondato il primo meet up del capoluogo trentino, sua città di adozione, sposando soprattutto la battaglia contro l'inceneritore. Riccardo Fraccaro, 38 anni, fedelissimo di Luigi Di Maio, è uno dei cinque esponenti M5S che resta al governo e dal ministero per i Rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta sale all'importantissima carica di sottosegretario alla presidenza del consiglio. Nato a Montebelluna, in provincia di Treviso, Fraccaro si sposta in Trentino dove si è laureato in giurisprudenza. Sei anni fa l'avventura a Montecitorio, unico deputato M5s eletto in Trentino. Per il Movimento diventa anche portavoce del gruppo e segretario dell'ufficio di presidenza. È in questo ruolo che fa sua la battaglia contro gli affitti d'oro degli organi costituzionali. Fraccaro è il promotore della democrazia diretta, cavallo di battaglia M5S, che a livello legislativo si traduce nell'impegno per cambiare le modalità del referendum prevedendo anche quello propositivo. Da ministro si è battuto in prima fila per il taglio dei vitalizi e dei parlamentari Fraccaro ha sostenuto con forza la legge sul taglio dei parlamentari, cavallo di battaglia del M5s, approvata l'11 luglio al Senato ma rimasta in sospeso a causa dell'apertura della crisi di governo.

Bellunese di Trichiana, Federico D'Incà,  nominato ministro per i Rapporti con il parlamento, inizia il suo percorso alle elezioni politiche del 2013 quando è stato eletto deputato nella circoscrizione VIII Veneto 2 per il Movimento 5 Stelle divenendo poi capogruppo alla Camere dei deputati deputati. Rieletto nel 2018 sempre con il Movimento 5 Stelle, è stato nominato questore della Camera dei deputati e viene a far parte della Commissione Bilancio, Tesoro e Programmazione, del Comitato per la Comunicazione e l'Informazione Esterna, del Comitato di Vigilanza sull'Attività di Documentazione, del Comitato per gli Affari del Personale, del Comitato per la Sicurezza.

 Il triestino pentastellato Stefano Patuanelli, 45 anni, dal 2011 al 2016 è stato consigliere comunale a Trieste, mentre alle elezioni 2018 è stato eletto Senatore nella circoscrizione Friuli-Venezia Giulia e da giugno 2018 è diventato il Presidente del gruppo MoVimento 5 Stelle a Palazzo Madama. Patuanelli raccoglie il testimone da Luigi di Maio al quale è stato conferito l'incarico di ministro degli Esteri. Patuanelli è laureato in Ingegneria edile, è sposato e ha tre figli. È iscritto alla piattaforma Meetup dal 17 luglio 2005, data nella quale ha costituito il Gruppo Beppe Grillo Trieste del quale è stato organizer per molto tempo. Il giuramento dei nuovi componenti della squadra di Governo avrà luogo domani, giovedì 5 settembre, al Palazzo del Quirinale, alle 10. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 4 Settembre 2019, 17:57






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fraccaro, D'Incà e Patuanelli: chi sono i politici del Nordest al governo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 24 commenti presenti
2019-09-05 09:40:12
Bisogna fare la repubblica del nord e basta tipo Svizzera !
2019-09-05 13:24:36
Sì poi ti svegli tutto sudato e ricomincia un'altra giornata....
2019-09-05 15:05:43
...a volte ricomincia solo un'altra giornata.
2019-09-06 18:25:15
Spesso mi chiedo se il bellunese o il friulano sono più simili a un tirolese o a un napoletano..
2019-09-05 09:00:56
Ovviamente all'unico ministro decente (D'Inca) gli fanno fare l'usciere. Manca Satana alla famiglia e Pol Pot agli interni (gli inferni invece sempre a Satana).