«Questa non ha capito niente»: la gaffe informatica della Regione

PER APPROFONDIRE: fvg, gaffe, informatica, mail, pordenone, trieste
«Questa non ha capito niente!»: gaffe informatica della Regione

di Elisabetta Batic

TRIESTE - «Questa non ha capito niente. Rispondete per favore», ma la piccata risposta  arriva anche, via mail, a colei che - con grande cortesia - aveva chiesto informazioni. E' rimasta a dir poco perplessa una lettrice pordenonese del Gazzettino trovandosi come risposta dalla Regione Friuli Venezia Giulia una frase del genere.

Ma andiamo con ordine. La donna aveva mandato una mail alla Direzione centrale difesa dell'ambiente, energia e sviluppo sostenibile della Regione chiedendo un chiarimento circa il contributo per l'acquisto di un'auto con rottamazione di auto a benzina euro 4. Ha chiesto inoltre quali dovevano essere le caratteristiche dell'auto nuova per poter accedere al contributo e nel caso di acquisto di auto a benzina quali i requisiti minimi. Seguivano i ringraziamenti con tanto di  cordiali saluti.

Contattata dalla redazione web del Gazzettino, la lettrice in questione riferisce: «Mi è stato risposto dopo una settimana, ma - oltre alla risposta ufficiale con le spiegazioni tecniche che avevo richiesto - ho ricevuto anche uno scambio di mail tra dipendenti che mi ha lasciato alquanto perplessa». Il responsabile  ha difatti inoltrato la mail della donna ai due dipendenti regionali suoi sottoposti scrivendo appunto: «Questa non ha capito niente. Rispondete per favore». Una vera e propria gaffe informatica in quanto la lettrice si è ritrovata  tra i destinatari delle mail. Si dice che alla fine conti il risultato ossia, in questo caso, l'aver ricevuto le informazioni necessarie ma occhio alle figuracce, certe non passano di certo inosservate. 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 6 Settembre 2019, 02:00






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Questa non ha capito niente»: la gaffe informatica della Regione
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2019-09-10 15:17:16
Tutti fenomeni i PPAA, vorrei vederli in una situazione simile a chiedere informazioni su quello che non conoscono ( ed è molto, educazione e stare al mondo compresi)
2019-09-06 21:32:37
Mi piacerebbe che un'arroganza simile fosse corretta severamente perchè ha a che fare con la gestione del pubblico. Ma non mi aspetto meraviglie dalla reciproca solidarietà vigente negli uffici pubblici.
2019-09-06 19:30:58
boh...non ho avuto il piacere di leggere le norme..ma se erano redatte in "autentico" burocratese....puo' starci che il povero cittadino suddito non capisca...
2019-09-06 19:14:22
Avevano già ampiamente dimostrato la loro arroganza attraverso il massimo rappresentante della regione, non mi meraviglio.
2019-09-06 18:06:40
Forse il funzionario non si riferiva alla signora in questione.... Sembrerebbe più un sollecito ad un suo collega dopo che un'altra collega abbia risposto in modo improprio...