Martedì 26 Novembre 2019, 08:59

«Duecento detenuti per mafia ​dirottati in Veneto», è allarme

PER APPROFONDIRE: detenuti, mafia, veneto
«Duecento detenuti per mafia ​dirottati in Veneto», è allarme

di Raffaella Ianuale

I primi sessanta si sono già insediati, ma entro fine mese ne arriveranno altri quaranta. Cento condannati per mafia che sconteranno la loro pena nella casa circondariale Filippo del Papa di Vicenza. Considerato che il padiglione di massima sicurezza, inaugurato quattro anni fa, ha una capienza di duecento posti per il sindacato di polizia penitenziaria Uspp qui si verranno a breve a concentrare duecento condannati per 416 bis, accusati cioè di associazione a delinquere di stampo mafioso. «Tutti affiliati a mafia, ndrangheta, sacra corona unita e camorra» dice Leonardo Angiulli segretario per il Triveneto dell'Uspp. In una regione che, come dimostrano le ultime inchieste, è stata colonizzata in alcune sue aree strategiche proprio dalla criminalità organizzata di stampo
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Duecento detenuti per mafia ​dirottati in Veneto», è allarme
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 20 commenti presenti
2019-11-26 17:32:44
Delenda est Venetia...Tipico di un regime centralista-statalista::punire in tutti i modi chi leva la testa.
2019-11-26 11:47:32
veneti sveja ! Xè xà tardi ! Unica soluzione ? basta italia - Indipendenza !
2019-11-26 14:01:10
Avessimo gli "attributi" quei 200, tutti concentrati, da quel posto non uscirebbero; mai!
2019-11-26 15:20:44
Esatto....indipeRdenza....seicessone....
2019-11-26 10:26:05
Da un indagine resa nota all’opinione pubblica qualche mese fa pare che di 75.000 detenuti nelle carceri italiane siano si e no 280/300 le persone appartenenti ad un certo livello e definite “colletti bianchi”. Viene da chiedersi: come mai si è venuta a creare una situazione simile? Per caso è stata studiata e voluta?