Falsi vini Dop e Igp, maxi sequestro dei Nas nella cantina di Rauscedo

PER APPROFONDIRE: blitz, fasli vini, friuli, sversamento, vino
Falsi vini Dop e Igp, maxi sequestro dei Nas nella cantina di Rauscedo
UDINE  - Decreto di sequestro preventivo di tutti i vini Dop, Igp e varietali provenienti dalla trasformazione delle uve della vendemmia 2018 è stato emesso oggi dal gip di Pordenone a carico di una importante cantina di Rauscedo di San Giorgio della Richinvelda (Pordenone) già perquisita a fine gennaio.

Lo comunica la Procura: il provvedimento è stato eseguito dai  Nas e dall'Ispettorato Repressione Frodi di Udine ed ha riguardato circa 300mila ettolitri di vino, detenuti nei vari depositi della cantina dislocati in Friuli e Veneto e in parte già commercializzati. La misura è stata emessa in accoglimento di una richiesta della Procura nell'ambito di un'indagine che ipotizza la produzione e l'immissione in commercio di enormi quantità di vini che, pur non costituendo un pericolo per la salute del consumatore, sono stati qualificati con più Dop ed Igp in violazione - questa la tesi della magistratura - delle norme dei disciplinari. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 8 Febbraio 2019, 18:47






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Falsi vini Dop e Igp, maxi sequestro dei Nas nella cantina di Rauscedo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2019-02-10 10:21:43
non stupiamoci se vedremo i cabibbi dei NAS ubriachi
2019-02-09 19:47:43
A quanto pare tutto il pianeta sà di che cantina si tratta ,escluso il Gazzettino...
2019-02-09 06:32:21
L'onesto nord-est, la locomotiva d'Italia hahahaha..... primi, ma nel campo delle frodi. hahahaha..... li non vi batte nessuno, segna enrricco, segna, ciao enricco...ciao
2019-02-12 15:51:41
Gli asburgici friulani! Non è raro imbattersi, leggendo la storia d'Italia, in episodi che raccontano di una fisiologica presenza di rispettabilissimi truffatori autoctoni. Ricordo un passo della biografia di Cavour datato 1832 (o giù di li) che, venuto da queste parti per concludere affari (di pecore merinos e non certo di barbatelle), incontrò il classico commerciante udinese che riuscì a vendere al giovane Camillo due cavalli che subito dopo l'acquisto si rivelarono zoppi! Sempre stati birichini da queste parti quando si tratta(va) di imbrogliare il prossimo. Il problema è che spesso e volentieri se ne dimenticano.
2019-02-09 06:21:59
Servono benissimo per le feste dei falsi Vip.