Trentino bianco e Alto Adige giallo, ora parte la maratona vaccinale. Intanto aprono le piste da sci: le regole

Giovedì 2 Dicembre 2021
Trentino bianco e Alto Adige giallo, ora parte la maratona vaccinale
1

La situazioen Covid in Trentino Alto Adige. Il Trentino rimane zona bianca e - a differenza del vicino Alto Adige, unica regione zona gialla in Italia assieme al Friuli - e punta sulla stagione invernale dopo le grandi perdite dovute al Covid dello scorso anno.

Maratona vaccinale in Trentino

La Giunta provinciale punta molto sulla stagione invernale, ed è anche questo uno dei motivi che ha spinto la Provincia a puntare sulla"maratona vaccinale", in modo da «ricostruire le difese del Trentino per farci fare anche delle vacanze e una stagione invernale più sicura», ha spiegato nei giorni scorsi il dg dell'Azienda sanitaria, Antonio Ferro.

Green pass per sciare

Sabato ci sarà l'apertura ufficiale degli impianti di risalita e delle piste da sci nei tre comprensori della valle di Sole: Folgarida Marilleva, Madonna di Campiglio e Pinzolo, oltre alle piste tra il ghiacciaio Presena, Tonale e Ponte di Legno e altri 20 chilometri e 7 impianti a Pejo3000, all'interno del Parco nazionale dello Stelvio. Il green pass sarà necessario per l'accesso a piste e impianti e, per contenere il numero dei contagi, è stato deciso che i corsi di sci saranno a numero ridotto come ridotta è la capienza di funivie, cabinovia e skibus che è fissata all'80%. Nessun limite invece per seggiovie e skilift, che operano al 100%. Importante, inoltre, la definizione di percorsi di accesso e uscita differenziati per gli impianti, le scuole di sci e i noleggi.

Sci. App per evitare le file

Tra le principali iniziative spicca l'introduzione di «Qoda», la nuova app pensata per evitare le file. L'applicazione sarà attiva in alcuni impianti della val di Sole e nei rifugi delle tre ski aree solandre, per riservare tavoli e accessi ai self-service. Piste aperte, dal 3 dicembre, anche a Pampeago e Predazzo. Anche in questo caso il green pass è obbligatorio per accedere agli impianti e dovrà essere abbinato allo skipass. All'interno degli impianti chiusi va indossata una mascherina (dai 6 anni in su). Il numero di skipass non è limitato, pertanto non sarà richiesta la prenotazione. Si potrà sciare anche sull'Alpe Cimbra, dove non si prevede l'utilizzo del certificato verde, visto che non vi sono impianti chiusi o seggiovie con la cupola richiudibile.

Alto Adige: 100 mila dosi di vaccino disponibili

L'Alto Adige, con un colpo di reni, tenta la rimonta delle classifiche vaccinali. Dal 10 al 12 dicembre è prevista una grande offensiva in tutto il territorio provinciale offrendo complessivamente 100 mila dosi per chi deve ricevere il booster oppure la prima dose. L'iniziativa è stata presentata in conferenza stampa dal governatore Arno Kompatscher che ha sottolineato che provvedimenti simili vengono intrapresi in tutta Europa perché «il vaccino aiuta, come dimostrano i dati». L'assessore alla sanità Thomas Widmann ha evidenziato che sono ormai 230 mila gli altoatesini che hanno ricevuto l'ultima dose oltre 5 mesi fa. Il booster è stato già somministrato a 58 mila. Restano comunque 150 mila altoatesini ancora non immunizzati. Gli altoatesini - finora spesso restii al vaccino anticovid - evidentemente stanno cambiando idea. Questa settimana - ha detto Widmann - con 31 mila dosi si registra un valore record. In tutta la provincia saranno allestiti 10 hub dell'azienda sanitaria, ai quali si aggiungeranno centri vaccinali in 29 comuni e 40 farmacie.

Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre, 11:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA