Case di riposo, emergenza in Veneto: manca personale. Lanzarin: «Stiamo cercando di trovare tutte le soluzioni possibili»

Lunedì 30 Novembre 2020
Case di riposo, emergenza in Veneto: manca personale. Lanzarin: «Stiamo cercando di trovare tutte le soluzioni possibili»

Case di riposo, protesta questa mattina degli operatori. Manca il personale ma la soluzione a questo problema non è di facile soluzione. L'assessore alla Sanità Manuela Lanzarin risponde spiegando cosa sta accadendo a margine della conferenza stampa odierna di Luca Zaia: «Abbiamo cercato di insistere sulla possibilità che il personale sanitario possa prestare servizio nellle case di riposo, abbiamo ricevuto disponibilità di 1, 2 ore, ma non bastano. Con azienda zero stiamo valutando le manifestaioni di interesse per capire se ci sia personale da inviare».

«Abbiamo un dialogo con la cooperazione sociale, contattata anche la parte di volontariato e terzo settore e ragioniamo anche su piani di concentrazione di ospiti in strutture diverse. L'idea potrebbe essere quella di individuare le strutture dove vi siano molti positivi e spostare i negativi, ma ragioniamo con tutte le cautele perché questa operazione è molto delicata. Stiamo cercando di trovare tutte le soluzioni possibili».

«Siamo vicini ai lavoratori e abbiamo aperto i canali portando a governo e ministro la situazione delle strutture, vorremmo che inserissero dei ristori per queste strutture, ma anche la possibilità e risorse per dare incentivi al personale sanitario che ha operato con il Covid in queste strutture».

Ultimo aggiornamento: 14:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA