Stop al Venezia-Monaco, ma nessun blocco ai collegamenti ferroviari con l'Austria

Lunedì 24 Febbraio 2020
Un treno Venezia-Monaco

BOLZANO - Al Brennero «non c'è nessun blocco, tutti i collegamenti ferroviari tra Italia e Austria sono ripresi, i controlli sono stati temporanei». È quanto si apprende da fonti diplomatiche all'indomani dello stop alla circolazione decisa ieri sera dalle ferrovie austriache dopo la segnalazione da parte italiana di due donne - pare turiste tedesche - con febbre a bordo dell'Eurocity 86 Venezia-Monaco.

Già in nottata poi, dopo che le due passeggere tedesche erano risultate negative ai test del coronavirus, le ferrovie austriache Oebb avevano annunciato la ripresa dei collegamenti.

SVIZZERA
«In base alla stima della situazione attuale, non vi sono limitazioni all'ingresso in Svizzera»  ha annunciato l'Ufficio federale della sanità pubblica precisando che «la situazione può però evolvere molto rapidamente». Quanto al Ticino, il Cantone dove dove ogni giorno arrivano migliaia di lavoratori dall'Italia, l'Ufficio ha deciso che «chiunque presenti sintomi di infezione respiratoria sarà valutato con più attenzione, anche senza essere stato in Cina. Per il momento non si è però dovuto isolare nessuno».
Ma nel Canton Ticino, dove si segue con particolare attenzione lo sviluppo dell'emergenza sanitaria in Italia, secondo un sondaggio del Corriere del Ticino, il 39,9% dei lettori è attualmente favorevole alla chiusura delle frontiere. Il 20,5% si dice preoccupato, ma anche fiducioso che la Svizzera sia in grado di affrontare l'emergenza. Il 32,1%  ritiene che il coronavirus arriverà anche in Svizzera, ma che non ci sia nulla da temere, per ché la mortalità è bassa. Per un 7,4% di lettori, infine, non c'è di che preoccuparsi, perché si tratta di casi isolati.

 

Ultimo aggiornamento: 13:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci