Ve.N.To, il cocktail Veneto Trentino a base di grappa, conquista un posto nell'Olimpo mondiale dei baristi

Martedì 30 Agosto 2022
Samuele Ambrosi ha creato con un collega il cocktail a base di grappa

Ve.N.To entra nella lista degli Iba, international bartenders associations. Il primo cocktail a base di grappa realizzato da Samuele Ambrosi e Leonardo Veronesi si è conquistato un posto nell'Olimpo dei drink. Un prodotto che omaggia il Veneto e il Trentino, come rivela il suo stesso nome. E lo fa usando anche ingredienti di queste terre. «La storia della grappa - commenta Samuele Ambrosi - porta in sé aromi e sentori della tradizione, quindi l'idea di miscelarla e raccontare il territorio con un distillato che si presta così bene alla miscelazione è stato naturale». 

La ricetta del cocktail

La ricetta ufficiale prevede 45 ml di grappa giovane, 22.5 ml di Succo fresco di limone del Garda, 15 ml di Honey mix (l'acqua può essere sostituita da infuso di camomilla), 15 ml di cordiale alla camomilla e 10ml di bianco d'uovo (facoltativo). La tecnica utilizzata è quella dello Shake&Strain. Il cocktail viene servito su un bicchiere tumbler e guarnita con scorza di limone ed acini di una bianca.«La grappa - spiega Ambrosi - è un distillato molto complesso, che in miscelazione non permette errori. Per valorizzarla al meglio nei cocktail occorre innanzitutto conoscere, gustare e analizzare con attenzione punti di forza e criticità di ogni singolo prodotto»

I complimenti del governatore Zaia

Luca Zaia, presidente della Regione del Veneto esprime la sua soddisfazione per la notizia dell’ingresso di Ve.N.To - cocktail a base di grappa nell’International Bartenders Association.«La nostra grappa è un prodotto che merita la rinomanza di cui gode perché non ha nulla da invidiare agli altri distillati che solo per l’esotismo del nome e la diffusione mediatica dominano tra i drink internazionali. L’inserimento di Ve.N.To, acronimo che già riassume tutta la nostra tradizione, nella prestigiosa lista Iba dei cocktail ne è la conferma. Un altro traguardo raggiunto dai nostri prodotti più tipici che dimostrano ancora una volta di riscuotere apprezzamento e di poter essere valorizzati in combinazioni che non sminuiscono ma esaltano la loro territorialità. Ai creatori della ricetta del cocktail premiato, esprimo i miei complimenti». 

Ultimo aggiornamento: 16:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci