Primo caso Omicron in Alto Adige, è una meranese rientrata dal Sudafrica

Sabato 4 Dicembre 2021
Primo caso Omicron in Alto Adige, è una meranese rientrata dal Sudafrica

BOLZANO  - Dopo il Veneto (ieri il caso nel Vicentino) anche in Alto Adige ecco il primo positivo alla più recente variante del coronavirus, la  Omicron. Si tratta di una donna del Burgraviato (la zona del Meranese) rientrata in Alto Adige dal Sudafrica a fine novembre. Come previsto si era sottoposta a tampone molecolare sia prima della partenza, a Città del Capo, che all'arrivo a Monaco, entrambe le volte con risultato negativo. In seguito le autorità competenti hanno informato l'Azienda Sanitaria dell'Alto Adige di un caso positivo al SARS-CoV-2 riscontrato sullo stesso volo.

La donna, informa l'Azienda sanitaria, risulta vaccinata ed è stata immediatamente sottoposta a un ulteriore tampone Pcr che ha dato esito positivo; ieri sera i risultati del sequenziamento, eseguito presso il Laboratorio Aziendale di Microbiologia e Virologia, hanno confermato che si tratta della variante Omicron. La paziente, continua l'Azienda sanitaria, si trova in isolamento ed ha riferito sintomi lievi. L'unico contatto stretto, peraltro asintomatico, è in quarantena. Pcr in corso.

La sorveglianza della circolazione di nuove varianti attualmente prevede che si effettui il sequenziamento di tutti i tamponi Pcr positivi di viaggiatori di ritorno da aree a rischio, come anche quando vi sono segnalazioni con motivi di sospetto. La variante Omicron ha evidenziato una maggiore velocità di trasmissione. In molti casi il decorso nei pazienti vaccinati o guariti da Covid-19 risulta lieve. La persona interessata risulta vaccinata.

Ultimo aggiornamento: 14:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA