Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Scuola, l'anno prossimo la campanella suonerà il 13 settembre

Lunedì 8 Maggio 2017
Scuola, l'anno prossimo la campanella suonerà il 13 settembre
3

Il nuovo anno scolastico 2017-18 in Veneto inizierà il 13 settembre e si concluderà il 9 giugno. La Giunta regionale ha approvato il calendario scolastico per l'anno 2017-18 stabilendo che il primo squillo di campanella per le scuole di ogni ordine e grado, statali e paritarie, sarà mercoledì 13 settembre, mentre le scuole dell'infanzia potranno iniziare le loro attività già ai primi settembre e rimarranno aperte sino al 29 giugno 2018.

Oltre alle consuete festività, il calendario scolastico del prossimo anno prevede la chiusura delle scuole nel ponte dell'Immacolata (da venerdì 8 a domenica 10 dicembre), per le vacanze natalizie (da sabato 23 dicembre a domenica 7 gennaio), per le vacanze di carnevale (da lunedì 12 febbraio a mercoledì 14), per le vacanze pasquali (da giovedì 29 marzo a martedì 3 aprile) e per il ponte del Primo maggio (da domenica 29 aprile a martedì 1° maggio).

Alle scuole restano consentite eventuali modifiche del calendario e/o sospensioni dell'attività scolastica, in relazione a particolari esigenze ed eventi del territorio o eventuali appuntamenti elettorali che vedano i plessi impegnati nell'ospitare i seggi, ma sempre con il vincolo di garantire i 200 giorni minimi di attività scolastica. Inoltre, vista la positiva esperienza registrata quest'anno, la Regione Veneto ripropone a tutte le scuole del territorio la seconda edizione delle "Giornate dello sport", dal 15 al 17 febbraio. «Tutti gli istituti di ogni ordine e grado, dall'infanzia alle scuole secondarie superiore, sia statali che paritarie - sottolinea l'assessore alla scuola Elena Donazzan - avranno così modo di programmare in autonomia attività ed iniziative per approfondire l'attività sportiva, offrendo agli studenti la possibilità di conoscere nuove discipline, sperimentare in prima persona la pratica sportiva e vivere il valore educativo dello sport. La giornate dello sport non sono giornate di vacanza, ma di regolare attività scolastica, organizzata in autonomia dai singoli istituti».

«La Giunta regionale - prosegue l'assessore - stanzierà apposite risorse per sostenere la seconda edizione di questa iniziativa che, tramite l'ufficio scolastico regionale, ha già ottenuto il plauso e il sostegno del ministero». Infine, per alunni, insegnanti e famiglie dei comuni di San Donà di Piave, Noventa di Piave, Fossalta, Musile, Jesolo, Eraclea, Torre di Mosto, Ceggia, Cessalto e Salgareda si prospetta la possibilità di ulteriori giorni di sospensione dell'attività scolastica dal 7 al 13 maggio, in occasione del 66° raduno nazionale dei Bersaglieri «Piave 2018»: la manifestazione potrà, infatti, rendere difficoltoso l'acceso alle scuole o richiedere la disponibilità dei plessi per ragioni logistiche e organizzative. In ogni caso, le scuole interessate dovranno comunque garantire il rispetto monte-ore e monte-giornate di attività scolastica, previsto dalle disposizioni statali.

Ultimo aggiornamento: 10 Maggio, 10:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci