Caos neve sul Brennero: autostrada chiusa, mezzi pesanti bloccati, auto in coda da 12 ore

PER APPROFONDIRE: autostrada, brennero, chiusa, nerve
Caos neve sul Brennero: A22 chiusa,
«Tir con gomme lisce». Tre valanghe
«Famiglia in coda 12 ore, zero aiuti»
Caos neve in Alto Adige. L'autostrada del Brennero è stata chiusa in direzione nord tra Chiusa e Vipiteno per mezzi pesanti bloccati. Si è formata una coda di oltre 12 chilometri, tanto che anche il servizio strade ha avuto grosse difficoltà a proseguire e  raggiungere i mezzi bloccati. La statale del Brennero è  stata bloccata in due punti (a Mules e tra Vipiteno e il confine), come la statale della Val Venosta a Gomagoi. E in mattinata una valanga ha investito l'autostrada del Brennero nei pressi del confine di stato.

TRAFFICO - A lungo è rimasta chiusa l'entrata in autostrada a Chiusa e a Bressanone per la direzione nord per consentire lo smaltimento del traffico pesante accumulatosi lungo le carreggiate. Intanto polizia stradale, vigili del fuoco, mezzi dell'A22 e del servizio strade provinciale dell'Alto Adige segnalano  «l'incauta condotta degli autisti di mezzi pesanti non dotati di catene, che a partire dalla notte sono slittati lungo la carreggiata occupandola completamente e rendendo estremamente difficoltoso il passaggio dei mezzi di soccorso
».

I mezzi pesanti già a Bressanone sono indirizzati a sud lungo l'A22 e in parte stoccati nelle apposite aree in prossimità della città di Bolzano.

LA SITUAZIONE A NORDEST Dolomiti, in 24 ore dai 60 agli 80 cm di neve. A Cortina e nel Comelico raggiunti gli 85 cm

A ROANA Neve sul tetto del palazzetto del ghiaccio: intervento per alleggerire la copertura /Foto


IL RACCONTO CHOC

«Mia moglie e i miei due figli da 12 ore sono fermi in autostrada del Brennero, a una ventina di chilometri dal valico. In tutte queste ore non hanno visto un lampeggiante, sia blu oppure giallo». Lo racconta all'Ansa Riccardo Del Bene. L'infermiere vive a Garmisch, in Germania, e ieri sera attendeva sua moglie e i figli (una ragazza di 12 e un maschio di 15 anni) che alle ore 15 erano partiti da Pesaro. «Di solito - spiega - in 6 ore sono qui. Dalle 20.48 sono fermi in coda sotto la neve. Abbiamo chiamato tutti i numeri di emergenza, ma finora non hanno visto anima viva». «Mi chiedo se devono morire in auto», si sfoga Del Bene.

VALANGHE
Un'altra valanga si è verificata sull'A22 Autostrada del Brennero poco prima di Brennero. La slavina si è staccata da un pendio che sovrasta l'A22 al chilometro 5. Da quanto si apprende, nessuno è rimasto coinvolto. Il tratto autostradale tra Vipiteno e Brennero resta chiuso. Altre due valanghe sono cadute in mattinata in Alto Adige, oltre a quella sull'A22. Una in Val Sarentino e l'altra in Valdurna. Non risultano al momento mezzi o persone coinvolti, ma sono state chiuse rispettivamente la statale della Val Sarentino tra Riobianco e Poennes e la provinciale a Valdurna.

Un'altra valanga è scesa in mattinata sulla strada del passo Sella, ma senza coinvolgere persone. La strada è stata riaperta già a fine mattinata, così come quella per Madonna di Campiglio, rimasta chiusa per qualche ora a causa della molta neve. I disagi in provincia per il resto sono stati contenuti, tutti i passi dolomitici sono aperti, anche se ci sono state oltre un centinaio di chiamate ai vigili del fuoco per difficoltà come alberi e rami caduti.



PAURA IN AGORDINO Enorme masso frana: sfiora le case e centra un fuoristrada: 20 evacuati

MEZZI PESANTI SCIVOLATI DI TRAVERSO
«La situazione in autostrada del Brennero è stata causata da numerosi mezzi pesanti non attrezzati, che sono scivolati e si sono messi di traverso. Da 24 ore 200 uomini sono ininterrottamente in servizio». Lo dice il direttore tecnico generale dell'A22 Carlo Costa. «Per raggiungere i tir bloccati, dobbiamo intervenire contromano e tirarli fuori uno ad uno, a mano con la pala. Ci sono mezzi con gomme lisce e addirittura senza gancio di traino», prosegue Costa. «La protezione civile è stata allertata ieri sera alle 22.30, che ha gli stessi problemi a raggiungere gli automobilisti». La situazione - spiega - è stata causata dal blocco dei tir del fine settimana in Austria, che è scattato ieri alle 22. «I camionisti - prosegue - fanno di tutto per arrivare al valico prima che scatti il blocco. Sorpassano nonostante il divieto e restano bloccati, vanno sulla strada statale e restano fermi anche lì. Nel frattempo continua a nevicare, ma i nostri mezzi non possono pulire la strada. In direzione sud, dove non ci sono divieti, infatti non abbiamo avuto problemi», conclude Costa.

ALTO ADIGE SOMMERSO DALLA NEVE
Le squadre dei vigili del Fuoco sono state fortemente impegnate a causa delle nevicate che si sono abbattute su tutto il territorio. Nella città di Bolzano sono stati svolti circa una settantina di interventi da parte dei vigili del fuoco del corpo permanente, supportati dai vigili del fuoco volontari che a causa degli alberi appesantiti dalla neve e dei i mezzi pesanti bloccati sulle carreggiate sono dovuti intervenire. Le passeggiate cittadine e le ciclabili sono state interdette al passaggio su ordine delle autorità comunali che hanno valutato il rischio di caduta rami e alberi. Stesso scenario si è presentato nel resto della provincia dove i vigili del fuoco hanno dovuto affrontare un altro centinaio di interventi. Nella nottata ci sono stati guasti sulle infrastrutture di distribuzione della rete elettrica. Tali guasti hanno provocato delle interruzioni del servizio in alcune località. I gestori di servizio stanno operando per ripristinare gli impianti. Proprio la caduta di un cavo di corrente sulla linea ferroviaria ha provocato la chiusura della linea tra Trento e Bolzano all'altezza di Ora per circa 3 ore. Il problema è stato risolto verso le 3 del mattino.

ACQUA ALTA A VENEZIA Il vento di scirocco cala: la marea raggiunge i 111 cm d'altezza
NUBIFRAGI IN FRIULI VENEZIA GIULIA In Friuli Venezia Giulia piogge intense, fiumi ingrossati e allagamenti. Impianti sciistici chiusi

FERROVIE: EMERGENZA GRAVE
Il gruppo Fs Italiane ha attivato per la giornata di oggi in Trentino Alto Adige, lo stato di emergenza grave dei piani neve e gelo. L'offerta ferroviaria per il trasporto regionale, viene spiegato, è ridotta sulla linea Fortezza - Brennero, in Alto Adige, dov'è attualmente percorribile uno solo dei due binari. Sulla linea Fortezza - San Candido l'offerta commerciale è riprogrammata con un treno ogni ora, causa problemi alla circolazione ferroviaria in Austria. 


L'APPELLO AI TURISTI: POSTICIPATE LE PARTENZE
I vigili del fuoco di Bolzano consigliano di posticipare di qualche ora la partenza ai turisti che dalla Val Pusteria e dalle valli vicine intendono fare ritorno a casa usando l'autostrada A22 del Brennero sia in direzione nord che in sud. Il suggerimento è di informarsi preventivamente alla centrale viabilità prima di mettersi in viaggio (tel. 0471.20.01.98).

 
 


LE PREVISIONI
In tutta Italia, fino a domenica, è previsto un ulteriore peggioramento con piogge intense (in alcune regioni alluvionali), nevicate record sulle Alpi (settori Centro-Orientali) e venti fino a 80-90 km/h. A Roma si prevede per sabato addirittura un nubifragio. La Protezione civile del Lazio ha infatti diramato una allerta meteo dalle prime ore di sabato mattina e per le successive 24 ore.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 2 Febbraio 2019, 08:45






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Caos neve sul Brennero: autostrada chiusa, mezzi pesanti bloccati, auto in coda da 12 ore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 53 commenti presenti
2019-02-02 23:50:31
Semplicemente sequestrare i camion per 12 mesi e ritiro della patente per lo stesso periodo
2019-02-02 21:45:56
Piano emergenza neve delle ferrovie italiote: cancellare i treni. Ahahahahahah
2019-02-02 19:50:31
"La situazione - spiega - è stata causata dal blocco dei tir del fine settimana in Austria, che è scattato ieri alle 22. «I camionisti - prosegue - fanno di tutto per arrivare al valico prima che scatti il blocco." italia letamaio d'europa!
2019-02-02 18:18:13
Il suzuki era parcheggiato nel cortile a fianco dell'abitazione
2019-02-02 18:07:44
Toh...il giornale ha scoperto che a febbraio c'e' l'inverno.