Bolzano, il fiume Adige ridotto al minimo per la maxi battuta di ricerca del corpo di Peter Neumair: centinaia di persone al lavoro, ma è introvabile

Sabato 13 Febbraio 2021
Bolzano, il fiume Adige ridotto al minimo per la maxi battuta di ricerca del corpo di Peter Neumair: centinaia di persone al lavoro, cani molecolari ed ecoscandagli
1

BOLZANO - È iniziata la maxi battuta di ricerca sull'Adige per trovare la salma di Peter Neumair. Il fiume è stato nuovamente abbassato e sul posto si trovano centinaia e centinaia di persone lungo le rive, come anche sette unità cinofile della polizia tedesca specializzate nella ricerca in acqua. Le società che gestiscono le dighe hanno ridotto al massimo il flusso d'acqua in uscita sicché nel corso della giornata la portata del fiume sarà fortemente diminuita ancor più di sabato scorso, quando è stato trovato il corpo di Laura Perselli. Sono anche stati sospesi i lavori in corso sui greti dei fiumi per ridurre al massimo, per quanto possibile, la presenza di terra e sabbia in acqua così da migliorare la visibilità.

Ricerche concluse per oggi 

Si è conclusa con un nulla di fatto la maxi ricerca sull'Adige iniziata questa mattina per trovare la salma di Peter Neumair, scomparso dal 4 gennaio insieme alla sua compagna Laura Perselli. Tre cani molecolari della polizia tedesca specializzati nella ricerca di cadaveri in acqua hanno fiutato qualcosa nei pressi di Laghetti, dove era stato ritrovato il corpo di Laura Perselli. Le ricerche dei sommozzatori, però, non hanno dato riscontro. Alla ricerca hanno partecipato anche centinaia di persone lungo le rive, con altri cani molecolari dei carabinieri di Bologna, della Guardia di Finanza e dal Canton Ticino, Svizzera, dell'associazione Detection Dogs Ticino. La Guardia di finanza e i carabinieri hanno messo a disposizione un elicottero ciascuno, mentre i vigili del fuoco hanno partecipato con diversi droni. Sarà stabilito nei prossimi giorni se proseguire con la ricerca. Resterà comunque sempre monitorata la diga di Mori a 90 km dal ponte Ischia-Frizzi, sul quale erano state trovate tracce di sangue compatibili con quello di Peter Neumair. Resta in carcere il figlio della coppia, Benno Neumair sospettato del duplice omicidio e dell'occultamento dei cadaveri.

Il figlio Benno incastrato dalla fidanzata: ecco tutti gli indizi contro di lui

 

Ultimo aggiornamento: 22:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA