Giovedì 4 Luglio 2019, 09:30

Autonomia, intesa sui soldi: il Sud non verrà penalizzato

PER APPROFONDIRE: autonomia, veneto, vertice
Vertice sull'autonomia, intesa sui soldi: il Sud non verrà penalizzato

di Alda Vanzan

«Sarà una riunione lunga», aveva detto il premier Giuseppe Conte alla vigilia del vertice a Palazzo Chigi sull'autonomia. Iniziata con un'ora di ritardo, la riunione di ieri sera si è subito incentrata sulla questione delle risorse, alla ricerca di un meccanismo che non porti squilibri tra Nord e Sud. Con la mediazione, a quanto risulta, di eliminare la previsione della spesa media pro capite, quella che Veneto e Lombardia avevano chiesto nel caso in cui non fossero scattati entro i termini i costi standard. Ma la questione delle risorse, oltre al Movimento 5 Stelle, preoccupa anche un pezzo di Forza Italia. Perché l'altra notizia della giornata è che i forzisti si sono spaccati: i veneti, con il coordinatore regionale Davide Bendinelli e il deputato Dario Bond, sostengono che l'esito referendario
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Autonomia, intesa sui soldi: il Sud non verrà penalizzato
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 31 commenti presenti
2019-07-09 22:26:43
che presa per i fondelli..ma al veneto rimangono si o no più soldi? Se al sud non ne vanno di meno vuol dire che il veneto non ne avrà di più? o Zaia pensa di moltiplicare i pani e pesci... tanto agitarsi per che cosa?
2019-07-05 19:18:32
Il partito dei Veneti/veneziani, dovrà vedersela con il partito degli Antichi polesani, con il partito dell'Alta Cimbria, con il partito dei Lessinesi di alta quota, collegato a quello dei Reto-veronesi e Gardalandesi… E poi, con il partito degli Euganei, senza dimenticare il Partito del fogolar Furlan e buon ultimo quello dei Separatisti mestrini che vogliono allontanarsi una buona volta da Venezialand, da cui si sentono lontani anni luce… I bellunesi, e ladini, saranno fuori gioco, perché ci sarà già chi avrà optato finalmente e definitivamente per il Trentino e chi invece per il Friuli (Sappada docet). Nessuno di questo lungo elenco finale riconoscerà mai la bandiera con il leone alato assiro-accadico-babilonese della sola città lagunare… bye bye!
2019-07-05 23:02:19
Sarebbe veramente augurabile che tutte comunità da lei citate mantenessero lungamente ben salde le loro identità nonostante la sistematica opera di livellamento portata avanti da una oligarchia di ricchi sfondati, padroni indiscussi della finanza e dell'industria, che ci vorrebbero tutti eguali, lavoratori multietnici a basso salario, consumatori delle schifezze globali da loro prodotte e pagatori di tasse. Se, come mi auguro, i popoli riuscissero a resistere, a mandarli a quel paese e ad autogovernarsi, il governo del rinato popolo veneto avrà di certo grande rispetto delle differenze, come è sempre stato.
2019-07-05 23:25:55
Qualche volta ti dò anche ragione. Concordo che i Veneti doc. forse si trovano solo a Venezia ma poco nell'entroterra, sempre invaso da barbari e dominato lungo dai longobardi. inoltre ci sono cimbri, austro-bavaresi, ladini, ed altre etnie, fatto sta abitiamo adesso tutti entro uno stesso territorio, c he ti piaccia o no si chiama Veneto. Io personalmente sono per l'aquila asburgica e proprio non mi sento un discendente dagli antichi Veneti ma qui siamo e qui viviamo. Ti dico anche che nell'entroterra Veneto, la Serenissima non è per nulla sentita.
2019-07-05 18:46:58
Alla fine le fake news hanno le gambe corte… come dicevano tanto tempo fa in Eugania…