Venerdì 29 Novembre 2019, 09:14

La Camorra in Veneto era pronta a sparare: sventato attentato a un imprenditore

PER APPROFONDIRE: attentato, camorra, imprenditore, veneto
Il presunto boss della Camorra Luciano Donadio

di Gianluca Amadori

«Dobbiamo sparare a quel pezzo di m... che ha fatto arrestare Luciano». Sarebbe stato Christian Sgnaolin, il manager uomo di fiducia di Luciano Donadio, il più determinato nel voler dare una lezione all'imprenditore che, nel 2006, aveva denunciato il presunto boss della camorra di Eraclea per un prestito usuraio, costringendolo poi a patteggiare poco meno di 2 anni di reclusione. A raccontare la circostanza al pm Roberto Terzo è stato Vincenzo Vaccaro, all'epoca affiliato all'organizzazione criminale legata al clan dei casalesi, successivamente diventato collaboratore di giustizia e sottoposto a regime di protezione. Al magistrato ha riferito di essere stato contattato per mettere a segno una missione punitiva ai danni di quell'imprenditore sandonatese: «Non dovevo ucciderlo, ma solo
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
La Camorra in Veneto era pronta a sparare: sventato attentato a un imprenditore
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-11-29 12:21:59
L'attentato è stato sventato dai coraggiosi leoni enricopppe2, stefanotv, steyr 95 e coniglietti vai