Fermato in auto con 209 quaglie morte e falco da 4mila euro: 46enne nei guai

PER APPROFONDIRE: denuncia, falco, forestali, quaglie, romano, vicenza
Fermato in auto con 209 quaglie morte e falco da 4mila euro

di Vittorino Bernardi

ROMANO D’EZZELINO - I carabinieri della locale stazione nella serata di ieri 11 ottobre in un servizio del controllo stradale si sono insospettiti dall’andamento di una VW Passat. Il conducente alla vista della pattuglia ha dato segni di guida incerta: inevitabile quindi per i militari il segnale di stop e l’identificazione dell'uomo alla guida, un 46enne di Trento.
 
 

Nella successiva ispezione dell’auto i carabinieri hanno notato più scatoloni contenenti un falco vivo e 209 quaglie morte, pronte al consumo alimentare. Per la particolare situazione sono intervenuti in supporto i carabinieri della forestale di Enego, specializzati nella tutela di fauna e flora a rischio di estinzione. Dal controllo è emerso che il 46enne era privo sia dei necessari titoli per la caccia che delle certificazioni per il trasporto delle quaglie morte, elemento che è costato all'uomo una denuncia con l’ipotesi di furto di fauna ai danni dello Stato, con contestuale sequestro degli uccelli.

Relativamente al falco i forestali hanno riconosciuto la specie “Girfalco Persacro”, rarissimo e del valore di oltre 4 mila euro. Per il rapace saranno effettuati gli accertamenti per capire se il soggetto sia o meno il legittimo proprietario.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 12 Ottobre 2018, 20:17






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fermato in auto con 209 quaglie morte e falco da 4mila euro: 46enne nei guai
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-10-13 23:37:25
Preferisco questa caccia al fucile
2018-10-13 22:16:21
Così le quaglie sono morte x NIENTE giusto?
2018-10-13 19:39:37
... le quaglie le compri dal pollivendolo sotto casa ( vive ) ad un euro cadauna.. un macello qualsiasi ne prepara decine di migliaia alla settimana ( allevate ) per affamati dei super mercati. i falchi nati in cattività sono detenibili previa certificazione CITES ( o di legittimazione della provenienza ) per uso sportivo o di caccia ( falconeria ) che poi il fine è lo stesso.. sostituire il super predatore allo schioppo.. schiacci comunque un tasto chi non si è mai mangiato una o più quaglie.. quelle vere che un tempo abitavano i campi da tempo non ci sono più, in quanto gli stessi sono " minati " dai diserbanti e massacrati dalla meccanizzazione agro industriale.. meglio sarebbe recarsi in tali luoghi e fare il proprio dovere di salvaguardia ambientale, anche se è davvero non tardi. tardissimo . le quaglie, ma pure i passeri e le lucciole ( peraltro vive ) ringrazierebbero.. ed il falco dall'alto del cielo caliginoso lancerebbe i suoi trilli ( o qualcosa di simile ) di consenso..
2018-10-13 18:39:32
Una volta gaglioffi di questo genere andavano dritti dritti in galera. Adesso una semplice denuncia e amici come prima.
2018-10-13 17:00:08
Lavora il falchetto … Mi spiace per le quaglie ovviamente ma sono ammirato dall'arte predatoria del rapace.. 209!!!!!! Se al governo producessero come lui , saremmo fuori dalla crisi in una settimana