Giovedì 21 Febbraio 2019, 12:05

Licenziata, si vendica: entra nel sistema informatico e intercetta le e-mail dei clienti

Licenziata, si vendica: entra nel sistema informatico e intercetta le e-mail dei clienti
PORDENONE - È stata condannata a un anno di reclusione e al pagamento di una provvisionale di 10mila euro per aver boicottato la sua ex azienda. Ksenija Lebaric, 51 anni, slovena residente a Zoppola, era accusata di essersi introdotta abusivamente nel sistema informatico della Creation Lux Design di Pordenone e di aver intercettato le mail. Alla Lebaric il giudice Alberto Rossi ha riconosciuto il beneficio della condizionale, mentre per la parte civile costituita con l'avvocato Anna Micossi è stato disposto il risarcimento in separata sede (la provvisionale copre il danno patito per gli ordini andati persi). L'ex dipendente della Creation Lux Design era riuscita a introdursi nel sistema informatico dell'azienda, a intercettare gli ordini che arrivavano sulla posta elettronica e a rispondere ai clienti screditando la società.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Licenziata, si vendica: entra nel sistema informatico e intercetta le e-mail dei clienti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-02-21 19:21:04
Quello si chiama sabotare. Boicottare e' un'altra cosa e in genere consiste in un'azione di per se' perfettamente legale (tipicamente: non acquistare certe merci).
2019-02-21 15:47:24
si vendica a danno suo, mi sa. comunque bubusettete.
2019-02-21 18:30:17
Ma di galera non ne fara e cosa scommettiamo che la provvisionale non la paga?
2019-02-21 12:18:39
La vendetta e' un piatto che si serve freddo...e in modo piu' furbo.Per fare certe cose ci vuole orecchio.