Lunedì 9 Settembre 2019, 12:20

Schianto in ultraleggero: «Ha visto bruciare il fratello e ha chiuso gli occhi»

Schianto in ultraleggero: «Ha visto bruciare il fratello e ha chiuso gli occhi»

di Marco Corazza

SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO (VENEZIA) - «Ha guardato il fratello, avvolto dalle fiamme poi ha chiuso gli occhi». I testimoni dell'incidente aereo di sabato pomeriggio a Bevazzana di San Michele al Tagliamento hanno raccontato ai soccorritori di aver trovato Massimo Zanetti, 56 anni di Porcia, fuori dal velivolo, mentre il fratello Gianluigi, 60 anni residente a Cagliari, è rimasto intrappolato nell'ultraleggero ed è morto carbonizzato.

«L'aereo ha fatto tre piroette in cielo e poi è piombato a terra»
 
 

Massimo Zanetti è ricoverato all'ospedale dell'Angelo di Mestre: i sanitari non hanno sciolto la prognosi, ma l'uomo ha dato dei timidi segnali di ripresa. Ora è in corso l'inchiesta, condotta dalla Procura di Pordenone, che dovrà fare piena chiarezza su quanto accaduto e accertare eventuali responsabilità. Al momento il sopravvissuto è indagato per incidente aereo. Era lui ai comandi del velivolo Ibis Rj-03, immatricolato in Francia e poi in Italia nel 2016. Un
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Schianto in ultraleggero: «Ha visto bruciare il fratello e ha chiuso gli occhi»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti