«Arrestiamo suo figlio se non paga 6mila euro», 75enne raggirata dal finto carabiniere

Mercoledì 22 Giugno 2022 di Alberto Comisso
«Arrestiamo suo figlio se non paga 6mila euro», 75enne raggirata dal finto carabiniere

POLCENIGO- “Suo figlio ha investito una persona. E’ qui da noi, in caserma, e se non vuole che lo arrestiamo ci deve dare 6mila euro in contanti” è la telefonata alla quale ha risposto oggi - 22 giugno - una donna di 75 anni di Polcenigo. Presa dallo spavento, a quello che si è presentato poco dopo alla porta di casa sua come un (falso) carabiniere ha consegnato 6mila euro in contanti più diversi monili d’oro. Ovviamente si trattava di una truffa.

Ai carabinieri della compagnia di Sacile sono arrivate quest’oggi numerose segnalazioni di persone, residenti nei comuni di Caneva, San Quirino e Polcenigo, raggiunte dalla stessa telefonata.

Gli stessi carabinieri raccomandano di prestare massima attenzione e, in questi casi, di chiamare il 112. Nessun militare, infatti, chiederà mai di consegnare soldi in contanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci