Freddato con un colpo alla testa: svolta nelle indagini grazie a un video

Venerdì 28 Settembre 2018
2

FONTANAFREDDA - «Ci sono degli elementi interessanti su cui stiamo lavorando». È quanto hanno affermato fonti della procura della Repubblica di Pordenone che non hanno voluto aggiungere altro per non pregiudicare l'esito delle indagini per individuare l'assassino di Alessandro Coltro, l'artigiano di 48 anni freddato con un colpo di pistola alla testa in un cespuglio nei pressi del parcheggio di un centro commerciale a Fontanafredda (Pordenone).

Secondo quanto si è appreso, significative novità sarebbero emerse dall'analisi delle immagini della video sorveglianza del vicino supermercato e anche dalle verifiche condotte sugli strumenti informatici della vittima, che era piuttosto attivo sui social network. Nelle prossime ore potrebbe esserci una svolta circa l'arma utilizzata per il delitto - le ricerche si sono concentrate in alcune zone attigue a quelle del ritrovamento del cadavere - ma anche per risalire all'identità del killer. Un contributo potrà arrivare anche dall'autopsia, in programma domani mattina. L'esame servirà soprattutto per collocare temporalmente l'omicidio, dal momento che il corpo dell'artigiano è stato ritrovato soltanto 24 ore dopo i suoi ultimi contatti telefonici con amici e parenti. 

Ultimo aggiornamento: 19:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA