Il sindaco: «Non fumo più dopo 35 anni, faccio la maratonina»

A sin il sindaco Ciriani con il compagno di corsa Massimo Lo Bue

di Alberto Comisso

PORDENONE- Da fumatore incallito a maratoneta. Anzi, mezzo maratoneta. Tra il sindaco Alessandro Ciriani e le bionde il matrimonio è durato 35 anni. Già perché da più di un mese il primo cittadino di Pordenone ha deciso definitivamente di smettere di fumare. L'ultimo pacchetto di sigarette non l'ha buttato via: lo tiene ancora in uno dei cassetti della scrivania del suo ufficio, ma guai ad aprirlo. Per uno come lui, che la prima sigaretta l'ha accesa a 13 anni e che mediamente ha fumato più di un pacchetto al giorno, non deve essere stato facile separarsi da quel vizio. Tutt'altro.
LA SFIDA «Da un giorno all'altro sorride ha vinto la nausea, il ripudio per quel gesto che era diventato ormai abituale: aprire il pacchetto, sfilare una sigaretta ed accenderla. Ha cominciato a darmi fastidio l'odore del tabacco. Questa volta è per sempre: già otto volte avevo provato a dividermi dal vizio del fumo ma, vuoi per mancanza di volontà o per eccesso di stress, non ci ero mai riuscito. Adesso ho deciso di dire definitivamente basta, di voltare pagina e, anzi, di riscoprire il piacere della corsa». Ciriani, che insieme agli amici di sempre (tra i quali Massimo Lo Bue e Mario Boranga, tanto per citarne due) ha fondato il gruppo 'Usque ad Pinerolum'', ispirandosi al film 'Fantozzi contro tutti'' e in particolare all'idea lanciata dal geometra Calboni alla comitiva di dilettanti ciclisti allo sbaraglio, ora punta a correre una mezza maratona. Possibilmente in autunno, magari scegliendo una tra Amsterdam e Lisbona che appaiono, alla lunga, gli appuntamenti più alla portata. Quelli per i quali, considerando i numerosi appuntamenti che quotidianamente ci sono in agenda, c'è ancora tempo per riuscire a prepararsi al meglio. Un'occasione per vistare posti nuovi, coinvolgere le rispettive famiglie e cimentarsi in una gara di 21 chilometri. Ovviamente senza troppe pretese di riscontro cronometrico.
LA CORSA «Settimanalmente spiega il sindaco vado a correre tre volte: due da solo, una, la domenica, con gli amici di sempre. Domenica scorsa, per esempio, ho corso, senza mai fermarmi, per più di un'ora: dalla biblioteca di piazza XX Settembre, passando per il parco del Seminario e la Comina, siamo arrivati sino al parco di San Valentino. Se non avessi avuto impegni istituzionali, avrei potuto proseguire come minimo ancora per mezz'ora. Senza fumo sto meglio: ho ritrovato il fiato che avevo perso, la notte non russo più e a dire il vero, mi sento meglio anche fisicamente. Dopo l'esito delle elezioni amministrative del 2016, ero ingrassato di una decina di chili. Peso che sono riuscito a perdere grazie alla corsa e ad alcuni accorgimenti nell'alimentazione. In vista della mezza maratona di ottobre mi sono dato un obiettivo: leggere 75 chilogrammi sul display della bilancia, quindi perderne ancora 4-5». Gli allenamenti del sindaco sono anche l'occasione, percorrendo strade e parchi della città, per osservare alcune cose che non vanno e prontamente segnalarle agli uffici di competenza. «Per esempio nei giorni scorsi evidenzia ho notato immondizie sparse a terra all'altezza dell'anello della pista di pattinaggio e dei vandalismi che erano stati compiuti nel parco Baden Powell di via Cellina. Insomma, grazie alla corsa posso notare aspetti della mia città che prima, ovviamente, ignoravo». Ciriani, tuta e scarpe da ginnastica, anche questa mattina, con partenza alle 10, si allenerà con gli amici a Pordenone. «Del gruppo rammenta c'è chi correre e c'è chi, invece, preferisce camminare a passo veloce. Poi, concluse le fatiche, ci diamo tutti appuntamento al bar per fare colazione. Queste sono le domeniche che preferisco, che mi fanno assaporare il binomio sport - salute. Lontano dalle sigarette, da vizi e tentazioni che dopo 35 anni ho deciso di chiudere in un cassetto. Per sempre». 


    
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 14 Aprile 2019, 10:43






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Il sindaco: «Non fumo più dopo 35 anni, faccio la maratonina»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-04-15 21:22:29
"ho corso, senza mai fermarmi, per più di un'ora: dalla biblioteca di piazza XX Settembre, passando per il parco del Seminario e la Comina, siamo arrivati sino al parco di San Valentino." Un cinquantenne in sovrappeso non credo credo sia anrrivato in Comina passando dal sceminario in un ora un pò abbondante: questa è già una maratonina, direi che il cronista ha esagerato nello zelo descrittivo. Inoltre visto che verso Ottobre si corre in città la "maratonina dei borghi" penso sarebbe bello che il Sindaco vi partecipasse.
2019-04-15 05:42:50
L'abitudine di perlustrare la citta' , in tenuta borhese o da runner..mi sembra ottima.Pure in bicicletta ..con telecamerina occulta, si scopritrebbero documentandoli molti altarini..e pure incerti bar.
2019-04-15 09:41:13
Eh...ma questo non lo fa vedere altrimenti perderebbe di credibilità.
2019-04-14 19:33:05
Mamma mia....non hanno più argomenti da criticare chi li ha preceduti e vogliono la pubblicità per un, dico uno, mese che non fumano più....ma per favore!!!!....
2019-04-14 14:45:14
...