Le telecamere li immortalano durante il furto: arrestati 3 stranieri

PER APPROFONDIRE: aviano, furto, ladro, pordenone
Le telecamere li immortalano durante il furto: arrestati 3 stranieri
AVIANO (PORDENONE) - Tre malviventi, tutti originari della Romania, rispettivamente di 22, 33 e 39 anni, domiciliati a San Giorgio della Richinvelda (Pordenone), sono stati arrestati oggi per furto aggravato in concorso.

La scorsa notte hanno scavalcato il muro di recinzione della piazzola ecologica di Aviano e si sono impadronite di trapani, avvitatori, flessibili, materiale elettrico e vecchi smartphone. I tre, dopo aver forzato la porta di ingresso, si sono introdotti negli uffici amministrativi, sottraendo materiale antinfortunistico, altri utensili e apparecchiature radio e elettroniche. In totale, il valore della refurtiva si aggira sui duemila euro.

I tre uomini sono stati bloccati in flagranza dai Carabinieri della locale stazione che, controllando le immagini della video-sorveglianza, attorno a mezzanotte li hanno notati mentre scavalcavano il perimetro recintato dell'area ecologica comunale e si sono precipitati sul posto con le vetture di servizio. Le persone arrestate - nella cui vettura sono stati rinvenuti e sequestrati numerosi oggetti atti allo scasso - sono state trasferite in carcere a Pordenone. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 8 Novembre 2019, 13:34






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Le telecamere li immortalano durante il furto: arrestati 3 stranieri
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 13 commenti presenti
2019-11-08 19:07:35
Romeni? Ma no. Ci dev'essere un ecquivoco.
2019-11-08 18:24:05
Rumeni?
2019-11-08 18:14:47
Non occorre neanche più chiedere, quando succede qualcosa Romania sempre Romania. Qui galera non ne fanno, subito liberi , da loro invece ti ingabbiano e paghi
2019-11-08 17:32:05
... grave violazione della privacy, disturbo di attività sociale, nessuna violenza sulla cosa, stato di necessità. pqm.. la cosa non si ravvede come reato e il tutto si comunica alla locale prefettura per le dovute scuse e immediato reddito di cittadinanza, spese processuali a carico dello stato tiranno..
2019-11-08 16:17:00
complimenti: sarebbe la prima volta che li beccano!