Torna a casa Spiky, il meticcio scomparso da quattro giorni

Si era allontanato dal dog sitting di Ceolini. Il cane ora sta bene ed è di nuovo in compagnia della sua giovane padrona

Sabato 3 Dicembre 2022 di Enrico Padovan
Roveredo in Piano, Spiky cane meticcio ritrovato
1

ROVEREDO - Spiky è tornato a casa. I social network di Pordenone e dintorni negli ultimi giorni sono stati sommersi dalle foto di un cane scuro che la giovane padrona ha tentato di ritrovare con ogni mezzo, ricorrendo anche all’aiuto di tre cani molecolari. E dopo 4 giorni di latitanza, di sporadici avvistamenti e di tracce, Spiky ed Emma si sono finalmente riabbracciati ieri, verso a mezzogiorno, nei pressi della sede della Dvo a Roveredo. Spiky e la sua famiglia vivono a Torre di Pordenone, ma il teatro della fuga e della ricerca sono state le campagne a cavallo tra Fontanafredda, Roveredo e Aviano: il cane infatti è scappato non da casa bensì da un dog-sitting di Ceolini di cui era ospite per qualche ora. 


INSEPARABILI
«Da casa non sarebbe mai fuggito. È molto attaccato a me, in modo quasi morboso, e in generale soffre di ansia d’abbandono, non riesce a stare senza la compagnia degli umani» spiega Emma, studentessa universitaria di 22 anni. Per il cane non dev’essere stato facile, tanto che già nel pomeriggio di lunedì ha rischiato di essere investito, come ha poi raccontato l’autista dell’auto che se l’è ritrovato di fronte all’improvviso. La famiglia di Emma e numerosi amici si sono subito attivati con tanto impegno, e il passaparola sui social ha fatto il resto: in breve tempo, i post su Facebook e Instagram che invitavano a segnalare eventuali avvistamenti hanno collezionato migliaia di condivisioni. Molti si sono messi in gioco anche nel concreto: «L’altro giorno ad Aviano c’erano più di 30 persone che percorrevano le strade per cercarlo in seguito ad una segnalazione. Tantissime persone di buon cuore ci hanno aiutato, sono sorpresa e felice per questa grande manifestazione di altruismo» racconta la proprietaria. I cani molecolari sono scesi in campo martedì, individuando tracce del passaggio di Spiky dopo averne riconosciuto l’identità olfattiva annusando la sua copertina. Questo ha permesso di restringere il campo delle ricerche. Molti avvistamenti segnalati sui social riguardavano cani che si sono rivelati non essere Spiky. «Mentre lo cercavamo abbiamo trovato altri due cani simili che si erano persi e vagavano, e li abbiamo riportati ai rispettivi padroni» spiega Emma. Se Spiky non fosse stato ritrovato, la proprietaria sarebbe ricorsa a un drone.


LIETO FINE
Nonostante gli ultimi 4 giorni siano stati sicuramente burrascosi, il cane - un meticcio nero di 9 anni, 30 chili di peso e una buona forma fisica - sembra in ottima salute. E sopratutto, è di nuovo in compagnia della sua amata padrona.

Ultimo aggiornamento: 14:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci