Trovato il 38enne che si era perso tra i monti durante il temporale

PER APPROFONDIRE: aviano, escursionista, ricerche, scomparso
Trovato il 38enne che si era perso
tra i monti durante il temporale

di Paola Treppo

AVIANO (Pordenone) - È stato ritrovato ieri l'uomo che si era perso: è stato trovato in montagna dove è stato sorpreso dal temporale. L'allarme era partito domenica quando l'uomo che si è perso sopra Giais di Aviano ha chiamato il Nue 112 col telefonino. Sono le 21 di ieri, domenica 6 maggio, quando la sua telefonata arriva alla sala operativa dei vigili del fuoco di Pordenone. I pompieri riescono a spiegargli come visualizzare le coordinate gps dal cellulare e individuano così la zona esatta dove si trova l'escursionista in difficoltà, un uomo di 38 anni di Catania, F.B. le sue iniziali. 

Dal comando di Pordenone parte subito una squadra speleo alpino fluviale che, dopo aver percorso un tratto di strada forestale con un fuoristrada, procede a piedi per altri 400 metri di dislivello sotto un forte temporale, sotto la tempesta, in direzione Casera Valfredda. I vigili del fuoco riescono poi a trovare il 38enne in buone condizioni, solo un po' infreddolito: era nel bosco, finito fuori dal sentiero. L'uomo viene coperto con un telo termico per evitare l'ipotermia; l'escursionista inizia allora la discesa insieme ai tre vigili del fuoco che lo hanno ritrovato. 

Il cittadino di Catania aveva raggiunto i monti di Aviano con alcuni familiari e nel pomeriggio era uscito a due passi nei dintorni, nei boschi di Giais; è allora che è stato colto prima dal buio e poi dal temporale: ai familiari ha comunicato di essere caduto e di aver perso l'orientamento.

Alle ricerche ha collaborato una squadra di tecnici del Cnsas di Pordenone che si è incamminata in direzione del disperso; il 38enne era a quota 840 metri. Alle ricerche hanno preso parte alcuni familiari del catanese: due di questi sono stati raggiunti e accompagnati al sicuro dai tecnici del Cnsas da Casera Polo Friz, sopra l'abitato di Selva di Aviano, dove erano usciti in perlustrazione. Le operazioni si sono concluse dopo la mezzanotte; vi hanno preso parte undici tecnici del Cnsas di Pordenone.
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 7 Maggio 2018, 08:27






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Trovato il 38enne che si era perso tra i monti durante il temporale
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 8 commenti presenti
2018-05-09 16:14:23
È un mio paesano
2018-05-07 15:46:11
Ogni giorno si legge di imberlati incapaci e maldestri dilettanti che si perduno nelle montagne a tutte le altitudini. Ogni giorno diverse squadre di soccorso escono alla ricerca sfoderando coraggio e abnegazione. Chi paga questi soccorsi? Scommetto che paghiamo noi ignari cittadini che siamo diventati i Pantaloni delle barzellette.
2018-05-07 15:30:05
Lo giustifico: i dispositivi moderni straboccano di opzioni..non hanno piu' manuali cartacei ma solo online..e sono fatti in modo da disorientare come un labirinto. Per fare un parallelo, sembra che se manca il defibrillatore non si possa far niente in soccorso e li piazzano sempre piu', ma non riusciranno mai a compensare la respirazione bocca a bocca ed il massaggio cardiaco. La genrosa regione" FVG servizi cartografici"permette via web, scrivendo il toponimo entro una caselle e poi guidando alla scelta, di scaricare e stampare la carta tecnica regionale, poi basta bussola, pila, poncho impemeabile leggerissimo dentro uno zaino con altri indumenti. Se invece si e' abituati ad orientarsi chiedendo ai passanti, in zone deserte si incontra poca gente.
2018-05-07 13:33:13
Uomo di 38 anni gli viene spiegato come usare il gps.... Mi vergogno per essere un cortaneo...
2018-05-07 09:58:22
Stare casa mai?