Riccardo Dose, da star di YouTube
al cinepanettone con Boldi

Sabato 19 Novembre 2016 di Marco Agrusti
Riccardo Dose, da star di YouTube al cinepanettone con Boldi

PORDENONE - Dalla sua camera da letto, diventata set improvvisato dei video che su Facebook guadagnano migliaia di like ogni giorno, al ruolo da co-protagonista nel nuovo cinepanettone di Massimo Boldi. Tutto in un'estate. Così Riccardo Dose, 22enne star del web pordenonese, ha visto cambiare la sua vita. Il volto del giovane compare addirittura nella locandina del film, che uscirà nelle sale cinematografiche di tutta Italia l'1 dicembre con il titolo Un Natale al sud. La sua non è la classica comparsata che si assegna al giovane in cerca di fama. Dose è uno dei protagonisti della commedia natalizia, fatta come al solito di equivoci e intrecci amorosi. Ha recitato al fianco di Biagio Izzo, Anna Tatangelo ed Enzo Salvi, oltre ovviamente al comico diventato il suo mentore: Massimo Boldi. Tutto è iniziato grazie all'agenzia Webstar Channel di Milano, che da qualche tempo cura la visibilità di diversi personaggi del web italiano, tra cui lo stesso Dose. «Siamo stati chiamati dai produttori del film a inizio estate - racconta Riccardo - e abbiamo conosciuto il regista Federico Marsicano. A giugno siamo andati a Roma per sostenere i provini con tanti altri ragazzi. Alla fine ne hanno scelti tre: io, Simone Paciello (star del web e youtuber come Dose, ma di origini napoletane ndr) e Giulia Penna, che su internet di solito canta e che nel film interpreterà la mia ragazza».
Dose interpreta a grandi linee la parte di sé stesso. In Un Natale al sud si chiama Riccardo, è il figlio di Boldi ed è un giovane immerso nella realtà virtuale che corre su internet. Simone Paciello, invece, nella trama è il figlio di Biagio Izzo. «Abbiamo girato le scene d'interni a Roma - racconta ancora Dose - e poi ci siamo spostati a Polignano a mare e Capitolo, in Puglia». Lì, infatti, durante una vacanza Riccardo conosce Giulia, contattata via internet. Nasceranno amori ed equivoci. «Il regista - spiega il pordenonese - ci ha voluti per quelli che siamo, recitare è stato più facile. Non ho fatto alcun corso, mi sono fidato dei consigli di un grande come Boldi. Lavorare con lui è stato entusiasmante. Il primo giorno ero in difficoltà, ma lui mi ha consigliato, anche nella fase di doppiaggio. È stata un'emozione. Se penso di poter percorrere la strada del cinema? A questo punto sì, voglio provarci». Dose è stato anche un calciatore delle giovanili del Pordenone. Attaccante, esordì anche in prima squadra nel 2012, in un Pordenone-Clodiense di Coppa Italia. Allora perse ai rigori, oggi ha vinto in goleada, partendo dai video divertenti su internet e finendo al centro del cinepanettone di Natale.
Marco Agrusti

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre, 13:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA