A mattina a lezione, al pomeriggio nude in chat: boom delle camgirl

PER APPROFONDIRE: camgirl, chat, pordenone, sexy
A mattina a lezione, al pomeriggio nude in chat: boom delle camgirl
PORDENONE -  Le mode cambiano e vanno di pari passo con la tecnologia. Specie quando sesso e denaro formano un connubio perfetto. Sembrano lontani, anche se non troppo, i tempi in cui si inviavano foto e brevi filmati erotici, magari sul telefonino di un’altra persona, per avere in cambio qualche soldo per acquistare una ricarica telefonica o per rimpinguare la paghetta settimanale dei genitori.
Internet e le chat sono diventate il perfetto compromesso. E a finire nella rete spesso sono ragazzine, magari non ancora maggiorenni, che si spogliano davanti ad una webcam in cambio di soldi facili. Nella rete sono finite anche giovanissime della Destra Tagliamento: quasi tutte hanno cominciato più per gioco che altro.
Inebriate dagli apprezzamenti e dal gruzzoletto che “appesantisce” la carta di credito ricaricabile, passano pomeriggi interi su internet. La giornata tipo di una camgirl è più o meno la stessa. Si alza, fa colazione e prepara la stanza. Esce, va a scuola o all’università e, quando torna, nella sua testa c’è un solo pensiero: connettersi al sito di incontri virtuali. Posta una foto su Facebook o su Twitter per far sapere ai suoi fan che sta per trasmettere, indossa un bel completino intimo ed inizia. Le sessioni possono variare a seconda dei giorni e, soprattutto, delle esigenze dei clienti.  Le chat, quelle di ultima generazione, che attirano sempre più l’attenzione delle giovanissime, non si basano sul rapporto uno a uno, ovvero da “cam a cam”, ma sono pubbliche, aperte a chiunque e soprattutto totalmente gratuite: l’homepage si presenta come un mosaico di finestre dalle cui anteprime è facile immaginare cosa succeda all’interno, basta cliccare per accedere a quei mondi impastati di carne e pixel, desiderio e connessione veloce. Solo in un secondo momento, se si vuole interagire, è necessaria la registrazione. Anche qui tutto gratis.
Per più di qualche ragazzina, questo è diventato un vero e proprio lavoro: «Dai mille euro al mese – racconta una 20enne pordenonese che ha preferito rimanere nell’anonimato – ora, stando in cam quasi otto ore al giorno (tranne il sabato e la domenica), arrivo a guadagnare circa 2mila euro a settimana».
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 24 Febbraio 2017, 14:46






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
A mattina a lezione, al pomeriggio nude in chat: boom delle camgirl
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 19 commenti presenti
2017-02-26 14:23:30
copppertone 2017-02-25 14:02:48 Io non ho detto che voglio fare uso di droghe, ho soltanto detto che: - con la riapertura delle case chiuse si tolgono le prostitute dalla strada, vengono in qualche modo regolarizzate, pagano due lire di tasse e inoltre vengono sottoposte a visite mediche. - Legalizzando Hashish e Marijuana vale lo stesso discorso, guardiamo pure i paese più evoluti di noi e copiamo da chi ha risolto il problema. La cosa da non sottovalutare e il fatto che con queste soluzioni si toglie il potere alla microcriminalità che essendo stato legalizzato il loro business non hanno più motivo di esistere, vedere il proibizionismo in America.
2017-02-25 22:13:51
Mah, una volta ti dicevano "ti porto a vedere che mangiano il gelato"....beh, il gelato è sempre meglio mangiarselo dal vero...
2017-02-25 15:24:12
Ma quanto fessi siamo noi maschietti...... paghiamo per sbirciare e non consumare mah
2017-02-25 14:02:48
bellingb, lascia perdere quelle porcherie. andare con una di quelle al massimo ti viene un infartino se sei debole di cuore. con quelle porcherie ci muori tu ed i tuoi familiari.
2017-02-25 12:40:03
Elisozza sai che non puoi reggere alla concorrenza e' inutile che rodi