Venerdì 23 Agosto 2019, 21:02

Prima si fa interrogare dal pm
poi brucia un altro cassonetto

PER APPROFONDIRE: cassonetto, incendio, piromane, pordenone
L'ultimo cassonetto andato a fuoco

di Cristina Antonutti

PORDENONE - Non c’è pace per i Vigili del fuoco e per le forze dell’ordine che indagano sui roghi dei cassonetti. E nemmeno per la Gea, che quasi ogni giorno è costretta a sostituire i contenitori danneggiati dalle fiamme e che ieri ha comunicato un ulteriore danneggiamento in via Gramsci, risalente ai giorni scorsi. Dopo l’interrogatorio di giovedì con il Pm e la promessa che non ci sarebbero più stati incendi in città, la 24enne pordenonese indagata assieme a due maghrebini di 35 e 40 anni per concorso in danneggiamento seguito da incendio, ha colpito ancora. Se per i 13 episodi che vanno dall’8 al 21 agosto ha negato di aver appiccato il fuoco e di essersi limitata a osservare le azioni dei due immigrati, ieri ha confessato l’ultimo incendio. Quello spento poche ore prima, all’una di notte, in via Nievo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Prima si fa interrogare dal pm
poi brucia un altro cassonetto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2019-08-26 15:23:16
PM buonista...
2019-08-26 13:20:48
Trattamento Sanitario Obbligatorio
2019-08-24 18:39:32
Lavori socialmente utili : miniera !
2019-08-24 15:47:13
Esiste ancora il battipanni? Se esiste, adoperarlo nei confronti di questa gaglioffa.
2019-08-24 14:38:47
....subito ai lavori sociali....senza passare per tribunali vari....!