Domenica 17 Marzo 2019, 12:36

Moschea blindata dopo l'attacco ai musulmani in Nuova Zelanda

PER APPROFONDIRE: attentati, moschea, pordenone
Moschea blindata dopo l'attacco ai musulmani in Nuova Zelanda
PORDENONE - La decisione, è a suo modo storica, nel senso che segna una cesura rispetto al passato, quando il Centro islamico doveva essere sorvegliato per il timore di ciò che poteva succedere all'interno, e non per un possibile attacco dall'esterno, cioè contro la comunità musulmana. Dopo l'attentato di Christchurch, in Nuova Zelanda, anche a Pordenone il quadro è cambiato: ora sono (anche) i fedeli di religione islamica ad essere potenzialmente in pericolo. Non in uno dei Paesi caldi in cui i conflitti tra sunniti e sciiti provocano morti e innescano conflitti, ma dove si teme che lo spirito emulazione possa far nascere dei cloni di Brenton Tarrant, l'attentatore che in Nuova Zelanda ha ucciso 49 fedeli in due moschee. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Moschea blindata dopo l'attacco ai musulmani in Nuova Zelanda
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-03-18 13:03:08
L'idiozia umana e il fanatismo sono un pericolo per tutti, ma con diverse probabilita'