Giovedì 8 Agosto 2019, 20:41

Presa la banda dei ladri nelle case. Si erano conosciuti in carcere

PER APPROFONDIRE: carcere, case, ladri, pordenone
Una parte della refertiva recuperata

di Cristina Antonutti

PORDENONE - Da un’amicizia nata in carcere si è formata un’insolita banda guidata da un 22enne di origine sinti. A completarla c’erano due ex compagni di cella 56 e 67 anni che si erano prestati a ricettare attrezzi e utensili che il giovane rubava in garage e aziende. A interrompere l’attività del gruppo sono stati i carabinieri della stazione di Azzano Decimo, coordinati dal sostituto procuratore Carmelo Barbaro. M.L., 22 anni, residente a Castions di Strada, ma domiciliato ad Azzano, è stato denunciato per furto aggravato e ricettazione. A.M., 56enne di Pravisdomini e L.D., 67 anni, residente a Porcia, sono stati indagati per aver ricettato la refurtiva.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Presa la banda dei ladri nelle case. Si erano conosciuti in carcere
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-08-10 11:42:39
NESSUNA SORPRESA !!!! a detta DEI BUONISTI...preti, ass.ni, etc. il carcere e' EDUCATIVO !!! QUINDI OPERAZIONE PERFETTAMENTE RIUSCITA !!!
2019-08-09 11:03:09
....e poi dicono che il carcere ....non accomuna....?
2019-08-09 10:52:30
Ciao enrico, segna..ciao.
2019-08-09 09:00:59
Ma come! Il carcere non dovrebbe rieducare? Sembra impossibile, ma anche gli ex della banda Maniero appena usciti non sono certo diventati chierici.