Topi all'asilo, il sindaco chiude la scuola per derattizzarla

Venerdì 15 Ottobre 2021 di Lara Zani
La scuola Munari

PORCIA - Scuola dell'infanzia di Sant'Antonio chiusa per due giorni per derattizzazione, dopo che è stata segnalata la presenza di escrementi. Cosa, questa, che ha fatto ipotizzare che uno o più roditori possano essere entrati nell'edificio, anche se non ci sono stati avvistamenti.


L'ORDINANZA

L'ordinanza del sindaco Marco Sartini è stata emanata mercoledì pomeriggio, e riguarda le giornate di ieri e di oggi. Poi, nel corso del fine settimana, dovrebbe essere completata l'opera di igienizzazione e con lunedì i piccoli dovrebbero poter rientrare.  La scuola interessata dalla presenza murina è la Bruno Munari di via Lazio. «Abbiamo valutato la situazione con la dirigente scolastica, Maria Lidia Filippetto, e con l'Rspp spiega il sindaco Marco Sartini - e due giorni sarebbero stati pochi per consentire un adeguato intervento di derattizzazione. Chiudere giovedì e venerdì consentirà di completare l'opera nel weekend e poi, domenica sera, di anticipare le pulizie, per poter riaprire lunedì in condizioni di sicurezza».


LE SEGNALAZIONI

A ricostruire quanto accaduto è il vicesindaco e assessore all'Istruzione Lorena Blarasin: «C'erano già state segnalazioni del rinvenimento di escrementi di topi nei mesi scorsi, e a settembre avevamo effettuato due interventi che sembravano risolutivi. Questa settimana, invece, il problema si è ripresentato e abbiamo deciso che era meglio chiudere e intervenire in modo radicale». L'ordinanza è stata firmata nel primo pomeriggio di mercoledì e le famiglie ne sono state messe a conoscenza immediatamente, nel momento in cui i genitori si sono presentati a scuola per ritirare i piccoli. «Già mercoledì sera continua Blarasin - non appena la scuola si è svuotata, è stato effettuato un primo intervento e ieri sono state potenziate le esche. Sempre ieri sono stati spostati gli arredi per esaminare i punti che potrebbero fungere da rifugio per i topi. Seguirà un nuovo sopralluogo sia da parte della ditta esterna che del personale del Comune e oggi valuteremo come procedere. Gli uffici comunali sono costantemente aggiornati».
I DISAGI«Sappiamo di aver creato un disagio alle famiglie conclude Blarasin ma, considerata anche l'età dei bambini che frequentano la scuola dell'infanzia, abbiamo ritenuto importante garantire che possano essere accolti in un ambiente sano e sicuro. Con il fine settimana dovremmo completare l'opera di pulizia e igienizzazione e garantire così un rientro a scuola in sicurezza». 
Le famiglie sono state comunque invitate a tenere sotto controllo il sito internet dell'Istituto scolastico per eventuali aggiornamenti sulla situazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA