Allarme traffico in Pontebbana: arrivano le barriere antismog

Venerdì 5 Maggio 2017 di Marco Agrusti
3
PORDENONE - Per il raddoppio del ponte sul Meduna ci sarà tempo, così come per l'effettiva realizzazione della terza corsia dell'autostrada A4. Intanto la Pontebbana nei prossimi anni rimarrà la sola e unica valvola di sfogo della viabilità provinciale. La percorreranno migliaia di auto e mezzi pesanti ogni giorno, intasandola come nessun'altra arteria della Destra Tagliamento. Così, perché in questo caso prevenire è impossibile, ma curare è un obbligo, le amministrazioni che governano i paesi maggiormente esposti al traffico della Pontebbana vogliono mettere insieme le forze e studiare un piano per limitare l'inquinamento. Non c'entrano rotonde o progetti milionari, che sicuramente serviranno ma che nel breve periodo non potranno essere realizzati, bensì una svolta tecnologica (ma non solo) in grado di abbattere il livello delle polveri sottili prodotte dai tubi di scappamento dei mezzi in transito lungo la statale 13. E una possibile soluzione arriva dalla ricerca, con un'aggiunta di inventiva che non guasta. Il tratto maggiormente interessato dal traffico insostenibile è quello tra Pordenone e Casarsa, ed è lì che si potrà intervenire. Come? Con cartelloni mangia-smog di ultimissima generazione, siepi basse in grado di assorbire l'inquinamento e un particolare asfalto che sarà testato prossimamente a Casarsa da Fvg Strade: si tratterà di una copertura fonoassorbente, perché per chi vive affacciato sulla statale 13 è un problema anche il rumore...
 
  Ultimo aggiornamento: 6 Maggio, 15:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA