​Viabilità e park in zona ospedale. Allo studio il nuovo piano anti caos

Venerdì 22 Ottobre 2021 di Alberto Comisso
Viabilità e park in zona ospedale. Allo studio il nuovo piano anti caos

PORDENONE - Una viabilità dedicata al nuovo ospedale e alla cittadella della salute che lunedì, con un evidente ritardo rispetto alla tabella di marcia, è stata inaugurata alla presenza di presidente e vicepresidente della giunta regionale, Fedriga e Riccardi. I tempi stringono e per evitare che su via Montereale, e di conseguenza sulla Pontebbana, si formino lunghe code di macchina, con l'annoso rebus di trovare un parcheggio libero, servono urgentemente delle opere che vadano a risolvere un problema sempre più sentito. Anche perché, quando la cittadella della salute sarà entrata a pieno regime, lungo via Montereale le macchine tenderanno sempre più ad occupare quegli stalli di sosta dedicati alle attività commerciali presenti e il parcheggio dell'ospedale che, come ricordato dall'assessore Cristina Amirante, da 500 è passato a 300 posti. 


LA CONGESTIONE

«È evidente il rischio di trovarci a fare i conti con una situazione ancora più congestionata di adesso, con il traffico ammette Amirante che andrebbe a riversarsi anche sulla ss13. Se apporre dei cartelli di divieto pare non essere più una soluzione convincente, è bene che, quanto prima, venga creato un accesso diretto su vial Rotto. La Regione, attraverso un contributo di 2 milioni e 600mila euro, ha sposato l'idea di rivedere la viabilità che orbita attorno ad ospedale e cittadella della salute. Penso, quindi, ad un insieme di opere che non siano soltanto la bretella di accesso dalla Pontebbana a vial Rotto, la rotonda tra via Ungaresca e vial Rotto ma anche la ristrutturazione di vial Rotto stesso e via Montereale». 


PARCHEGGI

Sul tema dei parcheggi, l'assessore Amirante spinge perché i cittadini utilizzino quello di fronte alla cittadella della salute, «quasi sempre vuoto», che permetterebbe di raggiungere la struttura in meno di un minuto. E vede di buon occhio la possibilità di realizzare una nuova area di sosta, come da piano regolatore, nella zona a Sud del Santa Maria degli Angeli. Vale a dire dove attualmente c'è l'ingresso del nosocomio. «In questo modo chiarisce si andrebbero a creare degli spazi di sosta per chi arriva dalla città, mentre i parcheggi di vial Rotto e via Montereale potrebbero essere utilizzati da chi arriva da fuori Pordenone. Un modo intelligente per differenziare la sosta, a maggior ragione perché si sta pensando al recupero del padiglione A dell'ospedale a favore di una Rsa. Quindi sarà necessario disporre di ulteriori parcheggi nella zona a Sud». L'idea è quella di costruire un parcheggio multipiano. 


IL PIANO

Il piano regolatore prevede la nascita di una nuova area di sosta laddove attualmente sorge l'ingresso principale del Santa Maria degli Angeli. Un padiglione che, quando sarà pronto il nuovo ospedale cittadino, verrà dimesso e probabilmente demolito. Proprio per lasciare spazio ad un'area di sosta su più piani. «Le buone intenzioni ci sono evidenzia Amirante ma resta aperta la partita dei soldi da reperire per avviare il piano. Tra l'altro l'area di sosta è ancora tutta da progettare e, proprio per questo, i tempi, qualora quella dovesse essere la migliore soluzione per risolvere il problema della sosta in via Montereale e strade limitrofe, non saranno sicuramente brevi». Il parcheggio multipiano avrebbe una capienza non inferiore ai 100 posti macchina. «Permetterebbe di recuperare puntualizza Amirante i 200 stalli tolti dal nuovo parcheggio a servizio dell'ospedale dove, tra l'altro, lo spostamento del porfido è ormai una costante». La mancanza di sufficienti posti auto sta infatti determinando ancora il fenomeno della sosta selvaggia.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA