Primi pazienti dall'ospedale di Pordenone alla Rsa di Maniago: debutta il nuovo polo Covid intermedio

Giovedì 19 Novembre 2020 di Redazione
L'ospedale di Maniago

MANIAGO - Ci siamo. Gli ultimi lavori sono stati completati e il team diretto dalla dottoressa Anna Maria Conte è pronto a entrare in servizio. Oggi (giovedì), infatti, aprirà ufficialmente la Rsa Covid di Maniago. Sarà così attivo il secondo polo intermedio della provincia di Pordenone, dopo quello programmato già in estate e oggi pienamente operativo alla Rsa di Sacile. I percorsi differenziati e gli ultimi dettagli, sono stati limati e approntati ieri, quando è scattato anche il trasferimento dei pazienti nelle Rsa di Azzano Decimo e San Vito. Ora a Maniago è tutto libero: ci sono venti posti a disposizione, e già oggi arriveranno le prime persone che risultano ancora positive al Covid. Per la precisione, giungeranno dall’ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone. Saranno quattro oggi e cinque domani, per un totale di nove trasferimenti. La struttura, però, nasce per essere modulare e flessibile. Inizialmente, come detto, potrà ospitare sino a 20 pazienti, e viste le ultime notizie sarà saturo al 50 per cento già in 48 ore. Ma c’è la possibilità, sempre legata alla disponibilità effettiva del personale, di passare a una capienza di 40 posti, quindi raddoppiata. La Rsa Covid di Maniago serve principalmente ad alleggerire i reparti ospedalieri, dal momento che accoglierà persone ancora positive ma che non hanno più bisogno di un’assistenza vera e propria dalle Malattie infettive. Intanto ieri è stato effettuato il sopralluogo all’hotel Best Western di Pordenone, individuato per accogliere le persone negative ma in isolamento. Il Dipartimento di prevenzione ha valutato positivamente la struttura, che a breve potrà entrare in funzione per alleviare anche il problema rappresentato dall’impennata delle quarantene in provincia di Pordenone.

Ultimo aggiornamento: 08:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA