Muore il primo giorno di lavoro: tragedia al cemintificio di Fanna

PER APPROFONDIRE: cementificio, donato maggi, fanna, morto, operaio
Operaio trova il collega 37enne  morto folgorato. Disposta l'autopsia  Era al suo primo giorno di lavoro
FANNA - Un operaio di 37 anni è stato trovato privo di vita da un collega, questa mattina, pochi minuti dopo le 8, in una stanza con varie apparecchiature, all'interno del cementificio di Fanna (Pordenone) di proprietà della Buzzi Unicem.

La vittima, Donato Maggi - 37 anni,originario di Taranto, trasferitosi in Friuli da qualche anno - era al primo giorno di lavoro nel cementificio, assunto come interinale da un'agenzia di Udine, che lo aveva «prestato» all'azienda di Precenicco, storico partner dello stabilimento friulano della Buzzi Unicem dove è avvenuta la tragedia. L'uomo era giunto a Fanna con il titolare della ditta e un altro collaboratore. Al momento della disgrazia era da solo nella stanza, allestendo una «zattera» per lo spostamento di un macchinario. Lo Spisal non è ora in grado di stabilire le cause del decesso. ​

LEGGI ANCHE I colleghi: «Abbiamo provato a rianimarlo»

L'operaio sarebbe morto folgorato. È la conclusione cui sono giunti i carabinieri della Compagnia di Spilimbergo che stanno svolgendo i rilievi assieme al personale dell'Azienda sanitaria. Sulla scorta delle verifiche eseguite, mentre Maggi era intento a eseguire lavori manutentivi avrebbe toccato, forse inavvertitamente, alcuni quadri elettrici. Per i carabinieri quindi il decesso è intervenuto «verosimilmente per folgorazione, entrando - la vittima - in contatto con una parte esposta in tensione». Gli accertamenti definitivi sulle cause del decesso saranno affidati all'autopsia il cui incarico sarà conferito domani dalla Procura della Repubblica di Pordenone.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 7 Agosto 2018, 16:15






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Muore il primo giorno di lavoro: tragedia al cemintificio di Fanna
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2018-08-08 05:52:06
In teoria dovrebbe aver fatto il corso antinfortunistica...ma anche se lo avesse burocraticamente effttuato, poi avrebbe dovuto conoscere i punticritici di quella particolare fabbrica.Spero indagheranno, ma tanto le scartoffie sono sempre a posto,.Rcordo i corsi online fatti nel mio posto di lavoro: almeno appena approvata la legge, le risposte, sempre le stesse , giravano da un computer all'altrocome le coordinate della battagli anavale ed alla fine usciva la stampa deldiplominopersonalizzata coi propri dati..Per la fretta molti saltavano la parte teorica e si gettavano a pesce sul questionario.Un giovane amico di mio figlio, interinale, con fuoriuscita di ernia per aver sollevato casse di pezzi pesantissime.Non certo operato con sollecitudine, lista d'attesa e altri lavori persi nel frattempo.
2018-08-07 22:12:21
Lavoratori sbattuti "in prima linea" senza formazione e senza preparazione... i sindacati dove sono? impegnati a procurarsi sedie e poltrone?
2018-08-07 21:53:13
Gli imprenditori si fanno fare leggi dai politici votati dai lavoratori
2018-08-07 21:34:40
il bello sono i commenti negativi di tutte le istituzioni nei confronti di chi vuole dare un po di dignità ai lavoratori. Non mi interessa da chi proposto. Tante lotte fatte per anni per ottenere certi diritti poi persi in pochissimi anni
2018-08-07 19:43:44
Ary Febo volevo mettere solo un "like" al tuo commento ma preferisco scirverlo condivido e sottoscrivo quello che hai detto. Non si può trattare una persona così.