Ironia sui morti e sugli ebrei. La galassia no vax del Fvg fa paura e "minaccia"

Martedì 2 Novembre 2021
Ironia sui morti e sugli ebrei. La galassia no vax del Fvg fa paura e "minaccia"
6

PORDENONE - Il campionario delle bufale, delle fake news, delle credenze nate su internet come in una specie di telefono senza fili riuscito male, era già sufficientemente ricco. Ma nelle ultime ore, dopo la conferenza stampa del presidente regionale Fedriga sulla stretta relativa alle manifestazioni, il popolo no-vax e quello no-pass hanno addirittura premuto sull'acceleratore. E a volte hanno abbondantemente superato il limite, con conseguenze che potrebbero presto diventare penali. Un esempio? «Fedriga ha promesso che entro tre giorni i forni della Risiera di San Sabba saranno riattivati per cremare i cadaveri - è lo sproloquio di tale Max sul gruppo Telegram dei no pass del Fvg -, gli over 80 alla Risiera, gli under 80 in piazza Unità». Sempre lo stesso utente pensa di ironizzare così: «Ormai i cadaveri sono buttati direttamente in mare». 


INTIMIDAZIONI

Sembrerebbe impossibile, ma c'è anche chi riesce ad andare addirittura oltre. «Facendo passeggiate non fai niente - suggerisce Friulano alto nello stesso gruppo Telegram -, si prende solo freddo. Ci vuole sana violenza». Una dichiarazione d'intenti o l'ennesima prova muscolare dietro allo schermo di uno smatrphone? Materiale per la polizia postale. 

I COMPLOTTI

C'è poi l'ala del movimento che punta tutto su un'enorme macchinazione. Messa in piedi da non si sa bene chi. «A Pordenone è stato detto che il virus non è mai stato isolato. Non c'è», dice un utente. La verità sulla pandemia, quindi, sarebbe nascosta a Pordenone. Quantomeno singolare. C'è invece chi punta più sull'internazionalismo e tira in ballo il popolo ebraico, che con una «lobby gestisce i soldi delle banche». Il nesso con la pandemia? Informazione non pervenuta, ma tirando un sasso in uno stagno si provocano onde in tutte le direzioni. 


LE REAZIONI

Poi ci sono le reazioni direttamente connesse alle dichiarazioni del presidente Fedriga, che in questo caso sono più terra terra ma che possono interessare più da vicino le autorità rispetto alle sessioni improvvisate di yoga, il terrapiattismo strisciante o i complotti giudaico-massonici. «Iniziamo a camminare su e giù per le città, facciamoli diventare pazzi - suggerisce tale Libera mente su Telegram -. Torniamo alle manifestazioni spontanee senza organizzazione». E ancora: «Gireremo attorno a piazza Unità a Trieste così la bloccheremo», è la proposta di Jasna. L'ordinanza, però, imporrà il rispetto di distanze e mascherine anche fuori da piazza Unità. Evidentemente un dettaglio non così chiaro in seno alla comunità no-vax del Friuli Venezia Giulia.


GLI AMMALATI

Infine ci sono gli irriducibili, che nelle manifestazioni il Covid se lo sono preso ma che suggeriscono improbabili cocktail vitaminici per stare meglio. Altri, invece, sono finiti in ospedale, anche in Terapia subintensiva. E hanno accettato l'ossigeno. Quello vero, con un tubo in gola.
M.A.

Ultimo aggiornamento: 12:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA