Venerdì 12 Luglio 2019, 12:01

Delitto dei fidanzati. Il movente: «Ruotolo ha ucciso anche per odio e sete di vendetta»

«Non solo carriera, Ruotolo uccise
anche per odio e sete di vendetta»
PORDENONE - Da una parte Giosuè, il ragazzo infelice e pieno di rancore che si è trasformato in un killer «freddo e determinato». Dall'altra Trifone, il gigante buono sempre più innamorato di Teresa. Secondo la Corte d'assise di Udine, Ruotolo avrebbe ucciso il commilitone perché temeva per la sua carriera nella Guardia di finanza. Ragone, infatti, aveva minacciato di denunciarlo dopo aver scoperto che era stato lui a inviare in forma anonima, su Facebook, messaggi molesti a Teresa Costanza. Fingendosi un'amante di Trifone, aveva messo a rischio il loro fidanzamento. La Corte d'assise d'appello va oltre. Ritiene che il movente non sia unico, ma che vada inserito in un'escalation di condotte e un «sentimento preesistente, più profondo e pressante, che aveva a che fare con la sfera affettiva e personale di Ruotolo».

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Delitto dei fidanzati. Il movente: «Ruotolo ha ucciso anche per odio e sete di vendetta»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2019-07-16 10:21:45
.....cameratismo ...tra mediterranei......!
2019-07-13 12:12:32
... dalla foto ( me ne frego ) già si sapeva che non avrebbe pagato..
2019-07-12 23:35:43
il tutto senza lo straccio di una prova decente, ci hanno messo mesi per arrestarlo, ora sanno tutto. Mah..
2019-07-12 19:01:02
meraviglie del sud in trasferta....
2019-07-12 20:35:43
Ti ricordo che Edfy Sorgato è una meraviglia del veneto senza bisogno di trasferta!!!