Addio a Renato Battiston, tradito da arresto cardiaco il presidente degli "Amici del cuore"

Sabato 22 Gennaio 2022
Renato Battiston
1

PORDENONE - Un arresto cardiaco nella notte lo ha tradito. Se n'èandato così Renato Battiston, figura molto nota a Pordenone, stroncato da un problema improvviso al cuore, proprio lui che, della lotta alle malattie cardiovascolari, aveva fatto lo scopo della sua vita.

Dopo aver subito un intervento di by-pass coronarico, nel 1993 si era affiancato al dottor Domenico Zanuttini per sostenere l’Associazione amici del cuore. Da allora si è dedicato totalmente a quella che lui ha sempre considerato una “missione”, coadiuvato sempre dalla moglie Rosanna e dai figli Stefania e Livio; oltre che da un piccolo gruppo, tra i consiglieri, che alternativamente lo supportava nelle iniziative e lo incoraggiava nelle decisioni importanti, come l’acquisto di molti strumenti tecnologicamente avanzati e costosi, da poter donare alle varie cardiologie, e non solo, della provincia.

Battiston, terzo da sinistra, con membri del gruppo Amici del Cuore

«Furono sue le iniziative di insegnare la rianimazione cardiopolmonare alle scuole della provincia, sua l’organizzazione di molte conferenze, con i cardiologi, nei principali comuni della zona - ricordano gli "Amici del cuore" -. E sua l’idea di realizzare il calendario per tutte le scuole per insegnare ai ragazzi i corretti stili di vita. Suo l’allestimento delle annuali Giornate del Cuore in collaborazione con la cardiologia che scendeva in piazza a disposizione della popolazione. Sua l’iniziativa di procedere con la campagna delle Noci del Cuore per la raccolta di fondi a favore della ricerca sulle malattie cardiovascolari, e moltissime altre che forse adesso ci sfuggono».

Da tempo ormai Battiston si batteva perché altri raccogliessero il suo testimone. A 80 anni, diceva, si deve pensare a chi verrà dopo di te. Ora la vicepresidente Rosetta Momi convocherà il direttivo dell'associazione per decidere insieme agli altri consiglieri come procedere. «Non ci resta che stringerci ai suoi famigliari assicurando loro che non sarà mai dimenticato» scrivono i rappresentati del sodalizio.

Ultimo aggiornamento: 16:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci