Martedì 6 Novembre 2018, 09:15

Degrado al 118, il responsabile: «Gli addetti non sono pagati per riposare»

Degrado al 118, il responsabile: «Gli  addetti non sono pagati per riposare»

di Susanna Salvador

PORDENONE È chiaro Luciano Clarizia, referente professioni Aasl 5: «Gli operatori del 118 sono pagati per fare guardia attiva, non per dormire o riposare. Quella stanza non dovrebbe neppure esistere». Una dichiarazione che suona ancora più perentoria visto che Clarizia, a quella che un tempo era la centrale operativa del 118 ha lavorato per tanti anni. La sua presa di posizione nasce dalla polemica nata sulla scorta dello stato di abbandono in cui versa la stanca che gli operatori dell'ex 118 utilizzano durante le...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Degrado al 118, il responsabile: «Gli addetti non sono pagati per riposare»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 27 commenti presenti
2018-11-08 13:00:18
Pagati per fare una guardia attiva ? Quanto ? In ospedale medici e infermieri ricevono in piu' ben 2,74 euro (duevirgolasettantaquattro) per ogni ora di lavoro notturno. Ma calcolato tra le 22 e le 6 del mattino, anche se il turno dura 12 ore. Gli operatori del 118 ricevono gettoni supplementari ? Ma guardia attiva non vuol dire scrutare l'orizzonte stando in piedi vicino a un bidone di benzina (o a un'ambulanza). Se non sei impegnato in un intervento se puoi stai seduto o meglio sdraiato. Perche' magari quella e' la sesta o la settima notte del mese e da parecchi anni hai passato gli "anta". Sarebbe interessante fare un confronto con gli uffici dei "dirigenti", comodi, belli, puliti con mobilio nuovo e climatizzazione. Perche' uno mica sta facendo la guardia attiva ...
2018-11-08 18:06:30
Manca solo una flebina con un po' di soluzione fisiologica e stiamo a posto. Dormire durante il turno di lavoro e svegliarsi di soprassalto per un'emergenza, è risaputo scientificamente, è quanto di più pericoloso (per il lavoratore e per i pazienti) possa fare un operatore del 118. Dopo se vogliamo scambiare fischi per fiaschi...
2018-11-07 12:59:13
io ho capito solo che se era solo per avere due sedie nuove ed altra mobilia bastava solo parlare senza scomodare la stampa. finora non ho letto di smentite a quanto detto. quindi vuol dire che il dirigente ha ragione.
2018-11-07 12:01:27
La risposta sarebbe ...trovare sponsor o donatori che portino sedie nuove e poltrone..anche materiale invenduto per motivi estetici....ma dignitoso. Aspettare la fatidica telefonata di chiamata in divisa comprese scarpe di sicurezza.., magari dopo aver controllato o lavato i mezzi, non cambia se seduti in poltrona o cassetta della frutta rovesciata, ma forse si pretende che si stia a bordo di un mezzo per tutta la durata del turno seduti al volante ed accanto....con wc da campeggio o pappagallo vicini.
2018-11-07 13:44:20
Mi pare che l'Ospedale di Pordenone sia dotato di una accogliente e spaziosa reception a 20 metri di distanza dal tanto vituperato sgabuzzino. Non mancano inoltre negli spazi di accoglienza televisori per trascorrere il tempo tra una chiamata e l'altra ed erogatori di cibo e bevande a cui gli operatori del 118 possono, come tutti i lavoratori, accedere nei momenti di pausa per rifocillarsi. La polemica mi pare inutile e poco costruttiva per affrontare seriamente quelli che sono i problemi reali cui tutti i cittadini (e tutto il personale, non solo gli addetti del 118) che entrano in pronto soccorso debbono quotidianamente affrontare.