Infarto in fabbrica, soccorsi inutili: dipendente della Roncadin di Meduno muore sotto gli occhi dei colleghi

Martedì 1 Dicembre 2020 di Redazione
La Roncadin di Meduno

MEDUNO - Tragica fatalità alla Roncadin di Meduno (PN). Un addetto alle pulizie, dipendente della nota azienda alimentare, è stato colto da malore mentre si trovava in fabbrica nella serata del 30 novembre. Khan Ashraf Ali, 48 anni, residente a Maniago, originario del Bangladesh, si è sentito male poco dopo le 23. I colleghi che l’hanno visto perdere i sensi hanno allertato la squadra di primo soccorso dell’azienda, subito intervenuta, che si è resa conto che si trattava di un infarto e ha praticato il massaggio cardiaco e le manovre con il defibrillatore fino all’arrivo dell’ambulanza. Nonostante avesse ripreso conoscenza dopo l’intervento di primo soccorso, il paziente è successivamente peggiorato ed è deceduto nella notte all’ospedale di Pordenone.

Khan Ashraf Ali lavorava in Roncadin dal 2015. Vedovo, lascia una figlia di 11 anni in Bangladesh. L’azienda e i colleghi di lavoro, profondamente colpiti da questo lutto, esprimono la loro vicinanza alla famiglia della vittima.

Ultimo aggiornamento: 11:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA