Cade nel sentiero sotto gli occhi dell'amichetto: gravissimo bimbo di 11 anni

Mercoledì 3 Giugno 2020
L'ambulanza e i tecnici del soccorso alpino intervenuti nella zona del castello di Montereale
MONTEREALE - Grave incidente in montagna, poco prima delle 16 di ieri, martedì 2 giugno, nella zona boschiva nei pressi dei ruderi del castello di Montereale Valcellina. Per cause al vaglio dei carabinieri della locale stazione - già esclusa la responsabilità di terzi -, un bambino di 11 anni è caduto da un'altezza di circa tre metri mentre stava giocando a ridosso di una mulattiera che si trova nelle adiacenze di ciò che resta delle antiche mura del maniero. La ricostruzione dell'accaduto è frammentaria, perché il bambino si trovava in una posizione leggermente defilata rispetto al resto della piccola comitiva che aveva intrapreso una breve passeggata pomeridiana.
LA SALITA

Il gruppo - residente in centro a Pordenone - aveva raggiunto la pedemontana in auto, lasciando i veicoli nel parcheggio situato all'inizio della salita per il castello. Poi ha iniziato la facile ascesa e, come succede spesso in questi casi, i due bambini più grandi (altri due fratelli del ferito e un amichetto, ancora in tenera età, erano per mano con le rispettive mamme) hanno affrettato il passo per esplorare in solitaria il sentiero. Ad un certo punto, il bambino che si trovava in compagnia del ferito è tornato indietro: trafelato ha urlato che c'era stato un incidente con una caduta dall'alto e che dalla zona sottostante l'amico non rispondeva ai suoi richiami. Nell'arco di pochi istanti gli adulti hanno raggiunto il luogo dell'infortunio. Il bambino presentava un vasto trauma cranico ed era privo di conoscenza. In accordo coi genitori del ferito, l'amico di famiglia lo ha preso in braccio e ha iniziato a correre verso l'auto (per velocizzare il momento in cui gli esperti del soccorso avrebbero potuto portare le prime cure), mentre gli altri presenti allertavano con il telefonino il 112. 
PAURA
Sul posto è stata inviata l'ambulanza dall'ospedale di Maniago, giunta assieme a una dozzina di tecnici del Soccorso alpino della locale stazione. Nel frattempo è atterrato anche l'elicottero. Il medico rianimatore, che ha stabilizzato il paziente a bordo dell'autolettiga, lo ha intubato e trasferito d'urgenza con il velivolo del 118 al Santa Maria della Misericordia di Udine: la prognosi è riservata a causa dell'importante trauma cranico riportato nella caduta dall'alto. Durante le prime cure, l'11enne ha comunque ripreso parzialmente conoscenza. Le fasi dei soccorsi sono state seguite con apprensione da centinaia di persone di Montereale che hanno visto l'elicottero voltare sopra il paese e hanno appreso che la persona coinvolta nell'incidente era un bambino di soli 11 anni. I militari dell'Arma hanno raccolto la testimonianza dei presenti e hanno ricondotto l'accaduto a una caduta accidentale. Ultimo aggiornamento: 12:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA