Vigili urbani pronti a controllare i Green pass sugli autobus

Sabato 4 Dicembre 2021 di Nathalie Santin
Controlli della polizia locale (foto di repertorio)

SAN VITO - Kronospan e vaccini saranno gli argomenti clou del consiglio comunale, che si riunirà lunedì alle 17.30 nella sede dell'auditorium Zotti. Oltre a questi due punti, che sono stati fonte di dibattito sia durante la recente campagna elettorale che negli ultimi tre mesi di gestione amministrativa, figura un carnet particolarmente nutrito.

L'AMPLIAMENTO ALLA ZIPR

L'ordine del giorno sull'azienda sanvitese porta la firma degli esponenti della maggioranza, Bortolussi, Del Frè, Scodeller e Cordenos: sul progetto di ampliamento Kronospan si è lungamente dibattuto e ne è nata quest'estate anche una raccolta firme popolare, guidata dal Comitato Abc, contraria all'insediamento. Favorevole all'impianto si era sempre dichiarato l'ex primo cittadino Antonio Di Bisceglie unitamente alla ex maggioranza, mentre la contrarietà si era manifestata in tutti gli altri schieramenti. L'ordine del giorno proposto dalla maggioranza non è morbido e ricorda tutti i punti critici del progetto, sollecitando una profonda riflessione sull'impatto ambientale che questo nuovo insediamento avrebbe. Vi si ricordano infatti le soglie di valori di inquinamento abbondantemente superate nel territorio e rilevate dalle poche centraline presenti, fra le quali non ne risulta alcuna nella zona Ponte rosso. Il documento si focalizza inoltre sull'eccessivo numero di camion (sino a 43mila l'anno) che, per andare a incrementare l'impianto, percorrerebbero le strade del territorio. Proprio un tipo di trasporto su gomma che la zona industriale tendeva a diminuire con il progetto di costruzione del raccordo ferroviario, completato e forse poco utilizzato rispetto alle previsioni.

IL CENTRO VACCINALE

Altro argomento chiave nella seduta del Consiglio sarà la richiesta a gran voce da entrambe le componenti dell'opposizione della riapertura del centro vaccinale. Con due interpellanze infatti si sollecita la maggioranza, visti i numeri in crescita dei contagi da Covid-19, a individuare un punto nel territorio che possa fungere da centro per le inoculazioni. «Noi su questo siamo prontissimi spiega il primo cittadino Alberto Bernava monitoriamo ogni giorno l'andamento delle curve e sollecitiamo l'Azienda sanitaria a riaprire l'hub quanto prima. Ci rendiamo perfettamente conto della situazione di difficoltà in cui si trova Asfo, ma anche della crescita notevole dell'epidemia». E sull'argomento, Bernava aggiunge: «Siamo pronti a mettere a disposizione la Polizia locale, attualmente abbiamo sette persone nel settore, per rafforzare i controlli dei Green pass sui mezzi di trasporto pubblico scolastico e negli esercizi commerciali, cosa che ci viene fortemente richiesta dal prefetto».

LE STRADE PERICOLOSE

Il Consiglio di lunedì sarà infine il momento per discutere delle problematiche relative alle strade del territorio e di quelle extra comunali, come la tanto discussa provinciale n.21, ovvero la tratta che collega San Vito a Bannia di Fiume Veneto. Bretella che conta un numero notevole di incidenti, taluni gravissimi, come quello recente accaduto la sera del 15 novembre che è costato la vita a una giovane donna. In conclusione si provvederà ad eleggere i componenti della commissione per la formazione degli elenchi dei giudici popolari, nonché le commissioni consiliari. Anche il regolamento dell'edilizia comunale sarà modificato: non potrà infatti più essere presente il primo cittadino. Da segnalare alcune interpellanze riguardanti pavimentazioni stradali, segnaletica e infiltrazioni dal soffitto nella sede scolastica di Ligugnana.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA