In Fvg il 97% dei giovani trova lavoro a un anno dalla fine degli studi. I più ricercati sono i cuochi

Giovedì 9 Marzo 2023
In Fvg il 97% dei giovani trova lavoro a un anno dalla fine degli studi. I più ricercati sono i cuochi

Il 96,9% degli allievi che nel 2021 hanno concluso un percorso di istruzione e formazione professionale (IeFP) in Friuli Venezia Giulia ha avuto un'esperienza di lavoro o ha proseguito gli studi superiori.

Su un totale di 1.343 allievi monitorati a distanza di un anno e mezzo dalla qualifica, l'85,2% ha lavorato o ha svolto un tirocinio formativo mentre l'11,7% ha deciso di continuare a studiare. Solo 41 (3,1%) risultano inattivi. Emerge dall'XI «Rapporto sugli esiti occupazionali dei percorsi di Istruzione e formazione professionale» pubblicato dalla Direzione lavoro, formazione, istruzione e famiglia della Regione Fvg.

I ruoli professionali più quotati

A un anno dal termine del percorso didattico, soltanto il 3% non ha trovato sbocco lavorativo o non ha proseguito gli studi. Il campione è rappresentato da giovani di età tra i 16 e i 20 anni che hanno frequentato uno dei corsi di formazione professionale - triennali o quadriennali - finanziati dalla Regione nei settori agroalimentare, cultura e tecnologie informatiche, meccanica impianti e costruzioni, servizi alla persona, servizi commerciali, turismo e sport. Emerge dall'XI «Rapporto sugli esiti occupazionali dei percorsi di Istruzione e formazione professionale» pubblicato dalla Direzione lavoro, formazione, della Regione Fvg. L'indagine esamina la situazione degli allievi nel periodo compreso tra il conseguimento della qualifica (giugno 2021) e il 31 dicembre 2022. Tra le qualifiche professionali che hanno ottenuto i migliori esiti occupazionali, per valori assoluti e percentuali, ci sono quella di cuoco (23,7%) e poi di panettiere, pasticcere, gelatiere (13.8%). Le tipologie di contratto sottoscritte dai giovani sono in prevalenza a tempo determinato (41,8%) e di apprendistato (23,4%). Con riferimento ai qualificati che hanno trovato impiego, le aree professionali di maggior rilevanza occupazionale risultano meccanica, impianti e costruzioni (23,7%) e i servizi alla persona (21,1%). Seguono l'agroalimentare (20,7%) e il turismo e sport (18,1%). La percentuale di coloro che ha deciso di proseguire gli studi superiori, l'11,7%, è un ulteriore elemento di rilievo. Il dato mette in evidenza, infatti, la vocazione non unicamente professionale e lavorativa dei percorsi formativi IeFP ma anche la loro efficacia rispetto alla preparazione impartita che consente il rientro nel canale dell'istruzione scolastica tradizionale.

Ultimo aggiornamento: 10 Marzo, 11:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci