Venerdì 7 Dicembre 2018, 08:51

Maxi truffa Gaiatto, la vice presa in Croazia ma il giudice la libera

L'ingresso dell'abitazione di Fabio Gaiatto a Portovecchio

di Cristina Antonutti

PORDENONE - Ricercata da tre mesi, bloccata l'altro ieri a Reka Dragonja, al confine tra Slovenia e Croazia, grazie a due mandati di arresto europeo firmati dal gip Rodolfo Piccin, e liberata. Il nome di Marjia Rade, 54 anni, slovena che risiede a Capodistria, non è secondario nell'inchiesta sulla colossale truffa del forex messa in piedi dal portogruarese Fabio Gaiatto con la Venice Investment. La Rade è indicata come l'amministratrice della Venice Investment Group doo a Pola (è stata anche direttrice...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Maxi truffa Gaiatto, la vice presa in Croazia ma il giudice la libera
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-12-13 12:16:03
La Procura di Pola ha decretato il fallimento di Venice Investment Doo e di Studio Holding Doo, due società il cui socio titolare era la moglie di Fabio Gaiatto, Najima Romani, detenuta ai domiciliari nella mega villa di Portovecchio per altro finita sotto sequestro per i primi provvedimenti emessi dall’autorità giudiziaria di Pordenone. A buon intenditore...
2018-12-07 15:00:08
La famosa internazionalizzazione d'impresa transfrontaliera: cominciano con una innocente missione esplorativa e finiscono per fondare una banca... clandestina.