Venerdì 4 Gennaio 2019, 09:23

Gaiatto e il giallo di quella lettera-denuncia sui Casalesi

PER APPROFONDIRE: casalesi, fabio gaiatto, lettera
Fabio Gaiatto

di Cristina Antonutti

PORDENONE - C'è una misteriosa lettera-denuncia che, con mesi di anticipo rispetto all'epilogo delle indagini, insinuava un legame tra il clan dei Casalesi, alcuni imprenditori veneti e la Venice Investment Group di Fabio Gaiatto, il trader di Portogruaro da quattro mesi in misura cautelare per la mega truffa del forex e, da ultimo, le estorsioni aggravate dal metodo mafioso ai danni dei suoi ex collaboratori in Croazia. Il destinatario principale è il procuratore della Repubblica di Pordenone. È stata scritta al computer e firmata con una penna di colore blu usando il nome di un ex collaboratore di Gaiatto che, contattato telefonicamente, l'ha disconosciuta. «Non è la mia calligrafia», ha assicurato esaminando soltanto la firma messa a sua disposizione.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Gaiatto e il giallo di quella lettera-denuncia sui Casalesi
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2019-01-04 14:06:58
Come sempre i commenti dei conterranei veneti di questo bel figuro, mancano sempre...hahahahaahahahahahaahahahahaahahahahahaha.....segna enrico..segna..ciao enrico..ciao.
2019-01-04 17:46:09
se guardi sul gazzettino online alla dx di questo articolo puoi allargare le vedute e i tuoi sempre graditi commenti
2019-01-04 11:03:22
Credo che qui in veneto sia arrivato il momento di ripristinare la moralita'