Sabato 26 Gennaio 2019, 11:57

Società croate verso il crac. Il rebus sui beni di Gaiatto

Fabio Gaiatto

di Cristina Antonutti

PORDENONE - Le società croate di Fabio Gaiatto rischiano il fallimento in Istria e per migliaia di risparmiatori si apre, alla vigilia del processo, un grande punto interrogativo sulla possibilità di aggredire il patrimonio immobiliare del trader di Portogruaro. Nel caso della Studio Holding doo, a cui sono intestati tutti i beni immobili di Gaiatto, il Tribunale commerciale di Pisino ha già nominato un procuratore fallimentare. La procedura, già in fase avanzata, è stata avviata in seguito al pignoramento presentato da un ex collaboratore di Gaiatto che sostiene di non aver incassato i compensi che gli spettavano per le sue prestazioni. È uno degli imprenditori italiani che il cosiddetto clan dei Casalesi, tra maggio e giugno 2018, ha tentato di costringere con intimidazioni di stampo mafioso a ritirare l'istanza. L'uomo - che aveva già ottenuto il blocco dei conti correnti delle società - era stato terrorizzato, ma non ha
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Società croate verso il crac. Il rebus sui beni di Gaiatto
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti