Dieta Panzironi, diffida ai medici: sanzioni dell'Ordine a chi la consiglia

Lunedì 14 Ottobre 2019
23
PORDENONE - Adriano Panzironi, il guru della dieta Life120, è stato rinviato a giudizio per esercizio abusivo della professione: non è medico e non è dietologo,pertanto non può proporre diete di alcun tipo. Alla luce dei nuovi sviluppi giudiziari contro il giornalista pubblicista sospeso dall'Ordine dei giornalisti, si rifà sentire la voce della categoria medica che si rivolge sia ai cittadini del Friuli sia ai medici del nostro territorio. L'Ordine dei medici di Udine segnalerà e sanzionerà tutti medici che suggeriscono "Life120", la dieta Panzironi, o la promuovono in qualche forma. In altre parti d'Italia sono stati già sanzionati i medici che hanno partecipato alle trasmissioni del CercaSalute, oggetto di pesanti sanzioni comminate dall'Antitrust e dall'Agcom, o hanno consigliato ai loro pazienti di seguire il regime dietetico proposto da Panzironi.
 

L'Ordine dei Medici di Udine riformula un appello ai cittadini invitandoli alla prudenza e a rivolgersi a professionisti. Il presidente Maurizio Rocco si unisce alla battaglia da tempo avviata dalla Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) contro Life120 e il suo ideatore. «Devono stare molto attenti i cittadini a non farsi ingannare - spiega Rocco - Tutte le indicazioni parlano concordemente di una forte riduzione dell'apporto delle proteine animali per prevenire le patologie, scegliendo il regno vegetale e integrale, in linea con la dieta mediterranea e invece Life120 propone l'esatto opposto, ovvero l'apporto costante di proteine animali e persino grassi saturi, come panna o burro, esponendo il corpo a gravi rischi per la salute che, di certo, non vengono contenuti con le pillole di integratori proposti sempre dalla falsa dieta». Il presidente dell'Ordine intende promuovere invece il caposaldo principale per mantenersi in salute: la dieta mediterranea fondata su cereali integrali, legumi, frutta secca, semi, niente farine raffinate 0 e 00, olio extravergine d'oliva, ridotto consumo di dolci e zuccheri, ridotto consumo di proteine animali dando la preferenza alla carne bianca magra e soprattutto al pesce azzurro pescato, riduce del 30 per cento l'incidenza dei tumori. Si ammalano di cancro circa mille persone al giorno, ovvero circa 400 mila casi l'anno, il 3/4 per cento è under 40 anni. «Questi dati devono far riflettere. Stili di vita corretti possono prevenire il 30 per cento dei tumori», conclude Rocco.
Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre, 12:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA