Nuove tecnologie per trovare i segreti rimasti nei telefonini

Nuove tecnologie per trovare i segreti rimasti nei telefonini
PORDENONE - (C.A.) Un'indagine infinita, che continua ad alimentarsi grazie ai progressi della tecnologia. A distanza di un anno, mentre la Corte d'appello chiude un processo indiziario sviluppatosi in 37 udienze e riassunto in 7.451 pagine di trascrizioni, nuove procedure tecniche permetterebbero di ripescare messaggi e file cancellati nelle memorie degli iPhone 4S di Trifone Ragone e Mariarosaria Patrone, la fidanzata di Giosuè Ruotolo, il 28enne di Somma Vesuviana imputato di duplice omicidio. Lo ha comunicato l'ingegner Nicola Chemello al pm Pier Umberto Vallerin consegnandogli un'integrazione alla perizia sui telefonini. Si potrebbero ripescare anche i due messaggi cancellati dall'imputato la sera del 17 marzo 2015, quando furono uccisi Trifone Ragone e Teresa Costanza? Dopo l'ambiguo Amore ma hai fatto qualcosa che non mi hai detto per caso?, spedito da Mariarosaria alle 20.42, un'ora dopo il delitto, seguirono due messaggi di Ruotolo di cui si conosce solo la data di invio: 20.49 e 20.55. La Procura l'esca ieri l'ha gettata, sarà la Corte a decidere se davvero valga la pena tentare di recuperarli...
 
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 17 Ottobre 2017, 10:53






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nuove tecnologie per trovare i segreti rimasti nei telefonini
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti