Sicurezza nelle aziende, tremila vaccinazioni al giorno tra i lavoratori. Già 40mila adesioni

Sabato 8 Maggio 2021 di Alberto Comisso
Centro vaccinale per lavoratori della Destra Tagliamento

PORDENONE -  Quattro hub vaccinali per immunizzare dal Covid-19, nei tempi più rapidi possibile (tutto dipenderà dal numero delle dosi di siero che arriveranno nelle prossime settimane), i dipendenti delle aziende dove non hanno potuto trovare sistemazione, per ragioni logistiche, i moduli conformi alle direttive della Regione. Gli ultimi due (di quattro nella Destra Tagliamento) sono stati inaugurati ieri mattina nell’ambito della campagna vaccinale “Ancora più sicuri in fabbrica, vaccinati al lavoro”. Si trovano al Real Asco Park in viale Zanussi e all’Interporto Centro Ingrosso, all’interno del perimetro di pertinenza della Dogana. L’iniziativa è di Confindustria Alto Adriatico in stretta collaborazione con Cgil, Cisl, Uil, Croce Rossa regionale e la Cooperativa medici cure primarie Friuli Occidentale. Sarà la Regione, che sta attendendo il via libera da parte del Commissario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, a dare il via definitivo alle operazioni. «Noi – ha detto Michelangelo Agrusti, presidente di Confindustria Alto Adriatico – siamo pronti».


I NUMERI
I numeri di questa offensiva alla pandemia, che si affianca a quella della Regione, sono particolarmente significativi: 7 hub vaccinali (4 nel pordenonese e 3 nella Venezia Giulia, identici nel layout che è quello scaturito dall’esperienza in Pordenone Fiere, più 2 unità mobili messe a disposizione dalla Cri) per 29 linee, con una capacità singola giornaliera di circa 100 iniezioni e un totale che sfiorerà, a regime, le 3mila inoculazioni al giorno. «Per il momento - ha precisato Agrusti - sono a quota 40mila, 25mila delle quali nella Destra Tagliamento e le altre distribuite tra Trieste, Monfalcone e Gorizia. Numeri – ha aggiunto – destinati ad aumentare nelle prossime settimane».


IL VIDEO
Proprio per questo, la Territoriale ha presentato un videoclip di sensibilizzazione alla campagna che sarà proposto su tutti i canali informativi dI Confindustria, dei partner coinvolti nell’iniziativa e delle emittenti Tv che intenderanno diffonderlo.


IL SISTEMA
A Pordenone gli hub già allestiti sono due e si trovano in Real Asco Park in viale Zanussi (4 linee vaccinali) e in Interporto Centro Ingrosso (3 linee). Gli altri sono insediati nelle Zone industriali del Consorzio Ponte Rosso a San Vito (4 linee) e al Consorzio Nip Maniago (2 linee) cui vanno sommate le 2 linee predisposte dalla Cri che raggiungeranno, con tutta la logistica del freddo necessaria al trasporto delle fiale, realtà produttive minori dislocate in aree meno centrali. Gli allestimenti sono stati realizzati con la collaborazione di Pordenone Fiere e Friulintagli. Degli hub ha parlato il sindaco di Pordenone, Alessandro Ciriani: «Rappresentano, assieme a quelli approntati dalla Regione, l’unico scudo per riuscire ad archiviare, speriamo definitivamente, la pandemia». Secondo Daniele Morassut, che ha parlato in rappresentanza delle organizzazioni sindacali, «quest’iniziativa non nasce per caso ma anche in virtù della consolidata prassi di relazioni industriali, estremamente avanzata, che c’è in questo territorio. Ci siamo mossi assieme a Confindustria Alto Adriatico lo scorso mese – ha ricordato – per garantire la sicurezza nelle fabbriche. Siamo andati avanti assicurando a lavoratori e imprese un processo che si basa sulla necessità di riaprire le attività produttive senza rischi. Garantiamo anche una sorta di vaccino sociale che ha nel lavoro in sicurezza il denominatore comune».

Ultimo aggiornamento: 08:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA