Restrizioni anti-Covid, scoppia la protesta anche a Trieste: in migliaia in piazza Unità cantano l'Inno di Mameli

Lunedì 26 Ottobre 2020 di Redazione
La protesta a Trieste (foto Aiello)
2

TRIESTE - Sulle note dell'inno nazionale, è scatatta  anche a Trieste la protesta contro il Dpcm firmato domenica dal governo. Migliaia di persone si sono radunate in piazza Unità, di fronte alla Prefettura, per manifestare e non sono mancati momenti di tensione con le forze dell'ordine.

Seguono da vicino gli avvenimenti anche il presidente Massimiliano Fedriga e il sindaco della città, Roberto Dipiazza.

 

La manifestazione  ha avuto un epilogo violento in serata quando, dopo un incontro tra gli organizzatori della manifestazione stessa e le autorità, alcuni presenti hanno lanciato fumogeni in direzione della Prefettura. Secondo quanto si è appreso, sarebbero stati colpiti anche carabinieri e rappresentanti della stampa. I gesti di violenza sono stati condannati dal Governatore Massimiliano Fedriga e dal sindaco, Roberto Dipiazza, i quali hanno in una nota sottolineato «la partecipazione di migliaia di persone pacifiche, che hanno espresso il loro dissenso in modo civile e composto» e «pochi facinorosi, che nulla hanno a che fare con esse» che hanno «tentato di avvelenare il clima alimentando inutili tensioni.»

Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre, 09:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA