Covid, il Fvg vede la fine dell'ondata d'autunno: la zona arancione diventa evitabile

Venerdì 3 Dicembre 2021 di Marco Agrusti
Una Terapia intensiva
1

Il Friuli Venezia Giulia inizia a percepire un segnale di speranza. E le proiezioni che ha in mano la task force regionale sembrano allontanare anche il rischio di una zona arancione, dal momento che i grafici stanno iniziando a puntare verso il basso. Il segnale più positivo, però, arriva dall’ultimo report dell’Istituto superiore di sanità, consegnato ieri nelle mani della Regione. Dice sostanzialmente questo: la quarta ondata sta frenando e si prepara la fase della discesa. Il Fvg, quindi, potrebbe aver superato (con una semplice zona gialla) la fase più complicata dell’autunno.


I NUMERI


Bisogna sempre partire dall’indice Rt, che ci dice sostanzialmente dove stia andando l’epidemia. Ebbene, questa settimana è calato a quota 1,09, mentre sette giorni fa era a 1,18. È prossimo a uno, quindi a una condizione di stabilità. Anche l’aumento dei contagi è stato molto più contenuto, pari al 10 per cento. Sono rimaste stabili le Intensive al 14 per cento di occupazione mentre sono cresciuti i ricoveri in Area medica, dal 18 al 23 per cento. Ma negli ultimi giorni l’aumento non è più così marcato. In crescita l’incidenza, passata a 306 casi sintomatici ogni 100mila abitanti, così come i focolai attivi, che ora sono 1.695. 

 

Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre, 10:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA